domenica 29 gennaio 2017

Pavidea Ardavolley Fiorenzuola - Cas.Paleni Casazza 3-0 (25-20 26-24 25-19)

Fiorenzuola : Donida 13, Cattaneo 10, Premoli ne, Messaggi ne, Tosi 14, Riboni ne, Ermoli ne, Coti Zelati (L), Morelli 4, Sfogliano, Vignola 4, Hodzic 16, Scapuzzi 2, Arpini ne. All. Marini Casazza : Zinetti ne, Carsana (L), Milesi ne, Suardi ne, Berera 9, Bassi 6, Grigis 1, Dall'Asen 5, Signorelli 1, Nava ne, Suardi ne, Trapletti 11, Canevali 11. All. Mikusova. Al termine di un match intenso, combattuto ed equilibrato la Pavidea Ardavolley si impone meritatamente 3-0 ed inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno agganciando le bergamasche a quota 27 a soli 3 punti dalla zona playoff. Ma il 3-0 non rende merito alle ospiti che hanno venduto cara la pelle lottando su ogni palla e costringendo le biancorosse ad alzare il proprio livello di gioco per portare a casa l'intera posta in palio. Ancora numeri positivi dalla ricezione della squadra di Marini ( 55% di positività con Marika Coti Zelati che chiude addirittura con un 81% di tutto rispetto) e buoni numeri anche da battuta e percentuali in attacco. 1.set : Ottima partenza delle biancorosse che sfruttano le bande con profitto con Donida e Tosi sugli scudi. 8-3 Pavidea al primo time out tecnico. Berera non ci sta e riporta sotto le compagne. Comincia a carburare Alisa Hodzic e le sue bordate mancine fanno male. 16-14 Fiorenzuola al secondo timeout. La Canevali piazza un muro micidiale e con una grande fast prende per mano Casazza e il tabellone dice 19 pari. Serena Tosi dimostra di essere in serata e con due diagonali chirurgici produce lo strappo che permette alla Pavidea di volare verso il match point. Ed è proprio la Tosi chiudere il set con un lungolinea vincente. 2.set : Ancora una partenza a tutto gas delle fiorenzuolane con Hodzic e Tosi sempre implacabili da prima linea volano 9-3. Entra alla grande nel match anche Marina Cattaneo fino a lì poco servita. 12-6 Fiorenzuola. Grande reazione delle ospiti trascinate da Trapletti e Casazza piazza un break che potrebbe essere decisivo per il set. 16-14 Casazza allo stop tecnico. Tosi fa la voce grossa da posto 4 e si arriva al 21 pari con un muro di Cattaneo. Ma anche le ragazze di Coach Mikusova a muro sono brave e Berera ne piazza due a Donida trascinando la sua squadra al triplo set point sul 24-21. Vignola va in battuta e devasta Casazza con un ace e due servizi che obbligano le ospiti alla rigiocata senza schiacciata. Morelli firma il 24 pari, poi due errori delle bergamasche consegnano il set alle biancorosse per il tripudio sugli spalti dei propri tifosi. 26-24. 3.set : Chi si aspettava un Casazza demoralizzato e incapace di reagire ci rimane male. La compagine bergamasca ribatte punto su punto alle biancorosse e il set va avanti all'insegna dell'equilibrio. 8-8 poi 13-13 prima che Donida e compagne provino a dare una spallata. Un ace di Capitan Donida e due missili di Hodzic mandano la Pavidea avanti 16-13. La giovane opposta croata è inarrestabile e le ragazze di coach Mikusova non trovano le contromisure. Sul 19-15 Pavidea entra in battuta Alice Scapuzzi e con due ace consecutivi affossa definitivamente le bergamasche che alzano bandiera bianca e devono subire l'energia e l'entusiasmo delle girls di Marini che volano 24-19 e chiudono il match con una bordata mancina della top scorer di giornata, Alisa Hodzic. 25-19. Splendida partita, una delle più belle di quest'anno al PalaMagni, e Pavidea Ardavolley che comincia a intravedere la possibilità di inserirsi in una lotta per i playoff che vede coinvolte ben 6 formazioni, dando per scontata la fuga a 2 di Alseno e Gorla. Pensare che dopo le prime 4 giornate tutte chiuse con una sconfitta le biancorosse veleggiavano nelle zone bassissime della classifica, la posizione attuale sembra veramente frutto di una miracolosa metamorfosi grazie all'ottimo lavoro delle ragazze durante la settimana guidate da un coach ambizioso e capace come Roberto Marini. Sabato big match a Brembo. Banco di prova insidiosissimo ma il morale è alle stelle.

martedì 24 gennaio 2017

GIRONE D'ANDATA ARCHIVIATO

Girone d'andata archiviato con la bella vittoria ai danni di un combattivo Sanda e per la Pavidea Ardavolley è tempo di scontri diretti. Al PalaMagni, sabato 29 Gennaio, ospite della formazione di Marini il Casieficio Paleni di Casazza (BG) che all'andata si impose 3-1 meritando il successo in virtù di una miglior gestione nei momenti chiave del match. Da quel giorno la squadra biancorossa ha fatto tanti passi in avanti risalendo in classifica portandosi a ridosso delle prime posizioni. Ma anche la compagine bergamasca, neopromossa di lusso guidata dalla ex giocatrice Mikusova, ha mostrato evidenti miglioramenti culminati con la prestigiosa vittoria nell'ultimo turno in trasferta in casa della corazzata Offanengo affondata dalle bordate di Berera e Canevali. Saranno proprio loro le attaccanti più temute tra le giocatrici ospiti. Berera, opposto mancino, all'andata siglò 20 punti martellando con continuità sia da prima che da seconda linea meritandosi la palma di woman of the match. Canevali, centrale, 18 punti all'andata e 18 contro Offanengo, è veloce, potente e molto efficace a muro. Oltre alle due sopracitate da non dimenticare la banda Piccoli-Trapletti e il libero Colombi che impressionò all'andata per percentuali positive in ricezione e difese spettacolari. Sarà un esame severo per la Pavidea Ardavolley che in caso di successo potrebbe raggiungere o avvicinare le bergamasche in zona playoff. Sarà necessario un ulteriore passo in avanti nella gestione dei punti importanti del set e capacità di soffrire e difendere ogni palla come già visto sabato contro Sanda. Donida e compagne, dopo aver detto quasi addio alla zona rossa della classifica, hanno l'opportunità di regalarsi un girone di ritorno pieno di ambizioni e stimoli e la sfida con Casazza ci dirà se questi sogni saranno possibili.

domenica 22 gennaio 2017

PAVIDEA FIORENZUOLA - SANDA VOLLEY BRUGHERIO 3-0 (25-19 25-15 25-21)

Fiorenzuola : Donida 10, Tosi 14, Cattaneo 10, Premoli ne, Messaggi ne, Riboni ne, Ermoli 1, Coti Zelati (L), Morelli 6, Sfogliano ne, Vignola 1, Hodzic 19, Scapuzzi, Arpini (LL) ne. All. Marini. Brugherio : Biraschi 5, Giardini 10, Marin 1, Zanini 5, Rasori ne, Tresoldi 1, Ronchetti (L), Passoni 11, Vannini, Sbarollo 3, Alberti, Lucarelli 1. All. Brambilla. La Pavidea impone la legge del PalaMagni e riprende a vincere dopo la sconfitta al tiebreak contro Alseno della settimana scorsa. Marini era preoccupato per i tanti problemi lamentati in settimana dalle proprie giocatrici che tra acciacchi e influenze hanno fatto temere fino all'ultimo eventuali assenze. Invece tutte recuperate e la risposta è stata convincente, con una prova molto positiva contro un avversario ostico che vantava gli scalpi di Brembo e Offanengo. Con la miglior prestazione in ricezione dell'anno (70% di positività) e con un'abnegazione in difesa che non si era ancora vista, le biancorosse hanno reso facile un turno difficile lasciando ben sperare per le prossime sfide, con una classifica ora molto corta e che lascia speranze di playoff per tantissime squadre, tutte racchiuse in pochi punti. PRIMO SET : Partenza targata Hodzic che fa capire subito dalla prima palla di essere in serata magica. 6-1 Pavidea. Prova una timida reazione Sanda con l'opposto mancino Passoni brava a trovare varchi nel muro. 8-5 al primo timeout tecnico. Va al servizio Vignola e fa male alle lombarde. Vola Fiorenzuola 14-8 con una pipe spettacolare di Serena Tosi. Lampo di Biraschi che riporta Sanda al 12-16 al secondo time out. Marina Cattaneo letale nel finale di set, con due fast da altezze siderali e anche Donida lascia il segno dopo una partenza in sordina. Il punto del set lo mette a terra Tosi con un attacco vincente da posto 4. 25-19 SECONDO SET : Fiorenzuola parte con l'acceleratore a mille e con il duo Tosi/Hodzic sugli scudi vola addirittura 10-2. Le ospiti accusano il colpo e nonostante le urla dalla panchina di coach Brambilla la fuga Pavidea non si ferma. 16-6 al secondo stop tecnico. Torna in campo Francesca Ermoli dopo il lungo stop per infortunio ed è bello sottolineare che lo faccia firmando un ace con il suo servizio mancino preciso e teso. La Hodzic continua a mettere palla a terra nonostante la marchino il più stretto possibile, Sanda dà segni di risveglio solo grazie a qualche bel primo tempo di Giardini ma il finale, come succede spesso, è firmato Marina Cattaneo che firma 24esimo e 25esimo punto con due primi tempi che le avversarie possono solo ammirare. 25-15 TERZO SET : Sanda si gioca il tutto per tutto e scende in campo con il coltello tra i denti. Set equilibrato e divertente dove emergono le doti in difesa della squadra di Marini che delizia il pubblico con recuperi e salvataggi da applausi. Marika Coti Zelati, in dubbio fino all'ultimo minuto per una fastidiosa febbre influenzale, oltre a ricevere in maniera quasi perfetta compie alcuni interventi difensivi da urlo e il set rimane in equilibrio fino al 10 pari. Hodzic, e chi se no, mette la freccia e firma 2 punti consecutivi, due ace di Morelli e Fiorenzuola scappa 14-10. Ultimi sforzi per Sanda che si aggrappa a Passoni per non affondare. 14-14. Ma Tosi e soprattutto una Donida che emerge nei momenti di difficoltà riportano avanti la Pavidea per il break che alla fine risulterà decisivo. 20-16. Ancora Alisa Hodzic nel finale mette il sigillo alla sua prestazione mostruosa e porta 24-18 le compagne. Ed è proprio suo il punto finale che decreta la fine e chiude la contesa. 25-21. Peccato per la reazione finale di un dirigente ospite che prende a male parole una giocatrice fiorenzuolana rea, secondo lui, quest'estate di essersi promessa sposa al suo Sanda e poi all'ultimo aver scelto Fiorenzuola. Una scena poco edificante che l'anziano dirigente poteva evitare ma spesso a caldo l'amigdala prevale sulla ragione e si fanno brutte figure. Rimane la soddisfazione in casa biancorossa di aver reagito bene alla parziale delusione del derby perduto e di aver ritrovato ricezione, difesa e battuta. Sabato prossimo prima di ritorno, con scontro al vertice contro Casazza che all'andata si impose 3-1 ed attraversa un ottimo momento. Sarebbe bello vedere il Palazzetto gremito per sostenere queste giovani ragazze che stanno gettando il cuore oltre l'ostacolo.

martedì 17 gennaio 2017

PAVIDEA ARDAVOLLEY vs. SANDA VOLLEY

Archiviato il derby perso al tiebreak dopo una bellissima lotta durata 2 ore e mezza, la Pavidea torna tra le mura amiche per riprendere il cammino interrotto sabato scorso per un nonnulla al Palasport di Alseno. Ma dovrà fare i conti con una squadra in salute, capace di battere nel turno precedente Offanengo 3-2 con una super prestazione. Vittoria che segue quella altrettanto importante e inaspettata contro Brembo battuto 3-1. Una formazione capace di incredibili alti e bassi, ma che se incontrata in una serata sbagliata e senza la giusta grinta, può dare dispiaceri a tutti. La top scorer della squadra lombarda è Laura Biraschi (2), schiacciatrice che finisce quasi sempre in doppia cifra. Ma anche le opposte Ilaria Passoni (10) e Federica Lucarelli (15), che si alternano in questo ruolo, rappresentano un pericolo per le ragazze di Marini. La palleggiatrice "bonsai" Annalisa Tresoldi (8) è brava e capace di innescare le sue bocche da fuoco e il libero Giulia Ronchetti (9) una sicurezza in questa categoria. Completano il roster del Sanda Michela Alberti (14), Alessia Giardini (3), Valentina Marin (4), Giulia Zanini (5), Giulia Rasori (7), Alice Saffiro (13) e Isabella Vanini (6). Donida e compagne sono chiamate a ricominciare la rincorsa per agganciare le zone alte della classifica senza dimenticare mai che con una vittoria si potrebbe chiudere, quasi, definitivamente il discorso salvezza.

domenica 15 gennaio 2017

CONAD ALSENESE - PAVIDEA FIORENZUOLA 3-2 (25-20 23-25 22-25 25-8 15-11)

Alsenese : Pesce 19, Fanzini 12, Maini 1, Amasanti 27, Magno, Canossini, Losi NE, Gandolfi NE, Faccini, Ghisolfi 9, Rovellini 3, Gorreri (L). All. Scaltriti. Fiorenzuola : Donida 16, Cattaneo 9, Premoli, Messaggi, Tosi 14, Riboni NE, Ermoli NE, Coti Zelati (L), Morelli 1, Sfogliano 4, Vignola 3, Hodzic 22, Scapuzzi, Arpini NE. All. Marini. Davanti a un pubblico record l'Alsenese si impone 3-2 al termine di un derby combattuto, lottato che ha soddisfatto le attese regalando emozioni per più di 2 ore. La squadra di Marini ha sfiorato l'impresa che poteva proiettare la compagine biancorossa a ridosso delle posizioni valide per i playoff, ma nonostante la sconfitta le ambizioni delle fiorenzuolane restano vive in virtù di una prestazione molto positiva al cospetto di una Conad Alsenese che ha messo in campo nei momenti decisivi maggior esperienza e capacità di giocare al meglio i punti importanti. Analizzando le statistiche è stata la battuta a fare la differenza a favore delle alsenesi (13 ace e 9 errori mentre le biancorosse hanno chiuso con 4 ace e 16 errori) e una percentuale di ricezione (30% di perfetta contro il 18%, 45% contro 35% di positiva) che alla fine ha premiato la squadra di casa. PRIMO SET : Parte bene la Pavidea Ardavolley con Tosi e Hodzic e va avanti 3-1. Amasanti e Pesce firmano uno strappo a favore Alseno che ribalta e vola 8-4. Vignola va alla battuta e fa male alle padrone di casa con Hodzic che sale in cattedra e stampa a terra 4 punti consecutivi che valgono il 13-10 a favore Fiorenzuola. Altalena di emozioni e al secondo timeout tecnico Alseno è avanti 17-16 grazie a un mani-e-fuori di Pesce. Pavidea che si disunisce e soffre in ricezione, Amasanti indiavolata e Alsenese che vola 23-17. Ci prova Serena Tosi a ricucire ma un suo errore e un muro su di Ghisolfi su Donida chiude il set. 25-20 SECONDO SET : Anche in questo set la partenza è biancorossa. Pavidea avanti 5-1 con la solita Hodzic che firma 3 punti e diventa un incubo per la difesa di casa. Pesce però dimostra carattere e con astuzia nell'usare le mani del muro avversario riporta le compagne a contatto. Un paio di lungolinea di Fanzini, poco coinvolta in attacco, porta Alseno avanti 11-8. Prosegue l'altalena del primo set ed è Capitan Donida a prendere per mano le compagne e formare un allungo che riporta avanti Fiorenzuola 16-14. Finale palpitante, con Hodzic e Donida da una parte e Amasanti e Pesce dall'altra che danno spettacolo. 22-22. Un muro di Sfogliano appena entrata spezza l'equilibrio, un ace di Donida porta al set ball e, come giustizia vuole, è un attcco di Hodzic a chiudere il set. 23-25 TERZO SET : Un set che parte in equilibrio e ci rimarrà per tutta la durata. Donida è la protagonista tra le biancorosse (8 suoi punti alla fine del set), mentre Amasanti è il braccio armato di Coach Scaltrit. AL primo time out avanti le biancorosse 8-7, ma Alseno sfrutta un paio di errori in ricezione delle fiorenzuolane e si issa 16-13. Donida e Tosi ribattono colpo su colpo e si arriva come nel set precedente in volata. 21-21. La protagonista del finale di set è Marina Cattaneo con 3 fast consecutive che portano la squadra biancorossa a servire per il set. Alla seconda occasione è Donida con un bel lungolinea a firmare il punto finale. 22-25. QUARTO SET : Ti aspetti una Pavidea che sulle ali dell'entusiasmo possa scendere in campo e addentare alla giugulare le avversarie per chiudere il match e invece il quarto set è a senso unico con le padrone di casa che dimostrano attributi e orgoglio gettando in campo le residue energie. Impressionante per senso di piazzamento e rapidità il Libero locale, Gorreri, che strappa applausi a scena aperti con alcuni recuperi in tuffo da cineteca. Senza storia il set. 8-3 per le gialloblu che diventa addirittura 16-5 al secondo stop tecnico. Marini prova a ruotare qualche giocatrice forse per preservarle per il tiebreak finale. Tanti, troppi, errori delle biancorosse che si consegnano alle avversarie. 25-8 il risultato finale del set. QUINTO SET : Tensione e paura di sbagliare attanagliano le giocatrici in campo. Ma chi non trema e nel set finale diventa protagonista è la ex Amasanti che firma 7 punti in questo set attaccando con successo da tutte le parti del campo. Vola 8-2 Alseno, reazione firmata Hodzic 10-6. Errori in battuta delle biancorosse di Tosi e Cattaneo in un momento topico permettono l'allungo alle padrone di casa. 13-7. Tosi e due errori di Pesce illudono le fiorenzuolane. 13-10. Ma un altro errore in battuta di Cattaneo porta le alsenesi al match ball. E, come da copione, è Amasanti che mette a terra l'ultimo pallone firmando il 15-11 finale. Complimenti a tutte le ragazze scese in campo, spettatori usciti dal Palazzetto soddisfatti dopo due ore e mezzo di battaglia e se l'Alsenese (alla quale mancava la palleggiatrice titolare Losi) esce dal campo con una vittoria da 2 punti in tasca, anche le nostre ragazze si meritano un giusto applauso per aver lottato fino alla fine e il punto messo in cascina potrebbe rivelarsi prezioso per il futuro del Campionato.

venerdì 13 gennaio 2017

E' TEMPO DI DERBY!!!

È' tempo di derby ! Sabato al Palasport di Alseno va in onda la sfida tra la Conad e la Pavidea Ardavolley Fiorenzuola. Le ragazze di Marini sono reduci da una bella vittoria ai danni della Foppadretti Bergamo 3-0 issandosi in una comoda posizione in classifica abbandonando i bassifondi. Alseno invece viene da una brutta sconfitta ad Offanengo che è costata il primo posto in classifica ora appannaggio di Gorla. Ma la squadra di Coach Scaltriti lamentava la pesante assenza della palleggiatrice titolare, Losi, alle prese con uno stiramento che però non dovrebbe impedirle di scendere in campo sabato nel derby. La Conad Alsenese oltre alla citata Losi, vanta una giocatrice che ha calcato i campi delle serie A, Caterina Fanzini che quando è in serata può fare la differenza contro chiunque. Sarà sicuramente una delle protagoniste sabato, senza però dimenticare che il roster Alsenese comprende anche altre giocatrici di assoluto valore. La Schiacciatrice Pesce dalle percentuali altissime in ricezione, le ex biancorosse Amasanti, opposto top scorer della sua squadra e il centrale Ghisolfi specialista in muri,sono altre pedine fondamentali di questa squadra che veleggia meritatamente dall'inizio del torneo tra le primissime posizioni. La forza di questa squadra é la capacità di lottare sempre su ogni palla, difendendo con ostinazione obbligando sempre gli avversari a rigiocare e allungando gli scambi. Coach Marini sta lavorando bene con le ragazze che di partita in partita migliorano sotto l'aspetto della coesione e dell'intesa . Il test di Alseno sarà importante per capire se questa Pavidea Ardavolley potrà ambire a qualcosa di più rispetto ad una salvezza tranquilla che sembra agevolmente alla portata delle biancorosse. Buon derby a tutti e che vinca il migliore. Anzi, speriamo di no ...

domenica 8 gennaio 2017

PAVIDEA ARDAVOLLEY FIORENZUOLA - FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-0

PAVIDEA FIORENZUOLA - FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-0 (25-14 25-19 25-19) Fiorenzuola : Donida 13, Cattaneo 10, Tosi 8, Morelli 7, Hodzic 16, Vignola 3, Scapuzzi 2, Premoli, Messaggi, Coti Zelati (L), Sfogliano NE, Riboni NE, Ermoli NE. All.Marini. Bergamo : Ruffa (L), Battista 8, Frigeni 2, Botti 3, Rossi 8, Rota (LL), Cometti NE, Crespi 6, Besana, Micheletti 1, Russo 3, Civitico 7. All.Prezioso. Parte sotto ottimi auspici il 2017 per la squadra biancorossa che impone la legge del PalaMagni e si impone con un netto 3-0 alla giovane formazione bergamasca. Marini non cambia nulla rispetto all'ultima esibizione prenatalizia e conferma il sestetto vittorioso a Cremona. Primo SET : Parte forte la squadra di casa mettendo pressione alle avversarie con un servizio preciso e insidioso. Donida inizia benissimo e da buon Capitano trascina le sue ad inizo match. 8-4 al primo timeout tecnico. Vantaggio che si amplia velocemente con Cattaneo al turno di battuta e si porta a 16-6 al secondo stop tecnico. Ci prova la Rossi a tenere in vita le sue, ma nel finale una fast di Morelli, un ace di Cattaneo (saranno ben 4 solo in questo set) e un servizio vincente di Vignola chiudono il set 25-14. Secondo SET : le bergamasche provano a rientrare in partita migliorando le disastrose percentuali in ricezione del primo set e grazie a una Battista potente e precisa rimangono agganciati alle biancorosse, che sbagliano qualcosa di troppo in battuta, fino al 15 pari. Un paio di attacchi vincenti di Civitico portano addirittura avanti la Foppa 17-15. Qui salgono in cattedra Tosi e Hodzic e ribaltano il set martellando con continuità e potenza. A dare un ulteriore colpo alle ospiti è Alice Scapuzzi che piazza due ace di importanza capitale e a chiudere il discorso ci pensa una fast lungolinea di Marina Cattaneo. 25-19 il punteggio finale del 2. set. Terzo SET : le giovani bergamasche accusano il colpo e l'inizio del 3. set è un calvario per loro. A nulla servoo i 2 timeout chiamati da Coach Prezioso per fermare l'ondata biancorossa. In un amen il punteggio recita 17-4 per la Pavidea con Hodzic che a muro diventa invalicabile e Donida che si diverte a variare colpi in continuazione mettendo in mostra un campionario vasto e diversificato. Spazio a tanti cambi e Fiorenzuola che si specchia troppo nella propria bellezza permettendo un timido recupero bergamasco. Ma il finale è ancora biancorosso e il punto del game, set and match lo segna Veronica Vignola con un tocco di seconda che beffa il muro bergamasco. 25-19 E' stata una buona prestazione quella odierna, favorita dalle evidenti difficoltà in ricezione di una Foppapedretti apparsa fragile e fallosa ma che fa ben sperare in vista del derby di sabato prossimo ad Alseno contro una squadra che nel corso di questo girone d'andata ha dimostrato di essere una delle più serie candidate al salto di categoria. Servirà una Pavidea Ardavolley al 100% per poter fare gara pari con le cugine alsenesi, sarà una settimana di lavoro intenso per preparare al meglio il match di sabato con una classifica che per la Pavidea Ardavolley sta diventando di settimana in settimana sempre più interessante.

Ecco i numeri vincenti della Lotteria Befana 2017

Ecco i numeri vincenti della Lotteria Befana 2017