domenica 20 gennaio 2013

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-FARMABIOS SISA GROPELLO CAIROLI 3-0

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-FARMABIOS SISA GROPELLO CAIROLI 3-0 (25-17, 25-17, 25-22)
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: SOTERA 6, BARBARINI 12, AMASANTI 7, TESTA (L), FRANCESCONI 16, FAGIOLI 4, GUCCIONE 7, MAGNO. N.E. VIGNOLA, NICOLINI, RISOLI, GHISOLFI. ALL. CREMONESI. II° ALL: MAZZA.
FARMABIOS SISA GROPELLO CAIROLI: RONDINI 8, RADOVANOVIC 3, MARELLI A. 1, CASTELLOTTI 6, DELLAVIA (L), MILESI 5, VALLS 1, CAROLI 13, MASPERO 5. N.E. NEGRONI, MARELLI D., NEGRI. ALL. ORLANDI. ASS. STURINI.
ARBITRI: CINTI E STRETTI DI LA SPEZIA.
Pavidea Selta avanti a forza tre. Le rossoblu fiorenzuolane hanno calato il terzo 3-0 consecutivo superando l'ostacolo Farmabios Sisa al termine di una gara che le valdardesi non hanno giocato sui loro livelli, ma che comunnque hanno saputo gestire con molta saggezza tattica finendo per meritarsi i tre punti con i quali tengono il passo delle "cugine" Bakery Gossolengo tornate dalla trasferta di Garlasco con una netta vittoria. Il confronto andato in scena al "Palamagni" non ha tradito le attese, perchè il faccia a faccia tra le seconda e la terza in classifica, a conti fatti, è stato piacevole anche per merito della compagine pavese che ha confermato di possedere una intelaiatura molto solida e individualità di alto spessore. La Pavidea Selta ha giocato senza grossi acuti, ma in modo molto ordinato riuswcendo a tenere sempre a distanza le "rosse" di Giuseppe Orlandi senza correre eccessivi rischi. La squadra perfetta vista nel derby contro la Bakery Gossolengo non è ancora tornata alla luce, ma le potenzialità ci sono ed il tempo potrà fare valere i suoi diritti ed è lecito attendersi un girone di ritorno ad alti livelli. 
Cremonesi conferma il sestetto base che gli sta dando parecchie soddisfazioni e la Pavidea Selta parte subito a mille sorprendendo le avversarie che commettono qualche errore sotto rete e scivolano a due lunghezze. Farmabios Sisa potente sotto rete dove spiccano Rondini, Castellotti ed il centrale Caroli; solido in ricezione con Simona Maspero ed il libero Monica Dellavia capaci di chiudere le falle e rilanciare l'attacco che trova un momento di gloria con Nevena Radovanovic e Roberta Milesi e tiene il passo delle padrone di casa. La gara è vivace ed interessante, ma quando la Pavidea Selta trova il ritmo giusto diventa quasi un monologo: Lorena Amasanti si domostra tonica sotto rete e mette un paio di palloni a fare breccia nella difesa lombarda e controllati con difficoltà da Dellavia e Castellotti e per la Pavidea Selta è facile arrivare al 10-5.  Francesconi piazza una precisa "ace", Barbarini mura un attacco di Radovanovic e le valdardesi fuggono. Giulia Sotera non è nella sua serata migliore, ma ci pensano la solita Beatrice Francesconi e Noemi Barbarini a tenere a distanza le avversarie che trovano difficoltà a trovare falle nella difesa rossoblu orchestrata da Alessia  Testa e da una onnipresente Lorena Amasanti. La Pavidea Selta gioca in scioltezza e continua a mettere ounti in cascina, Giulia Sotera si ricorda di essere una leader e scarica due palloni pieni di rabbia che fanno male alle lombarde incapaci di ritrovars. Sara Caroli si fa murare ed il team di Cremonesi si procura sette set ball che Valentina Guccione sfrutta subito per il 25-17.
Secondo set dove la Pavidea Selta parte subito in quarta e si stacca su una battuta out di Roberta Milesi, Fagioli e compagne tengono il campo con sicurezza pur senza grossi acuti ed è una "ace" di Valentina Guccione a portare il punteggio sul 8-3. La panchina della Farmabios Sisa chiede un time che non ha troppi effetti positivi, perchè sono ancora un attacco di Giulia Sotera ed una ricezione sbagliata di Martina Rondini a fare la differenza e lanciare in orbita la Pavidea Selta (11-5). Le fiorenzuolane hanno un paio di minuti di apnea ed in campo opposto è Simona Maspero a suonare le sveglia alle compagne che reagiscono recuperando tre punti e portandosi a due lunghezze (11-9). La Pavidea Selta perde un po' il ritmo, la difesa non è precisa e la gara diventa più equilibrata. Il muro delle pavesi stoppa le iniziative di Amasanti e Francesconi, Sara Caroli sale in cattedra e la Farmabios Sisa resta lì alle calcagna avvesrsarie, fino a quando un muro vincente di Noemi Barbarini ed un missile terra aria di Beatrice Francesconi riportano il vantaggio fiorenzuolano a livelli di sicurezza. L'attacco della Farmabios Sisa ha un ritorno di fiamma con Rondini e Castellotti, Giulia Sotera mette giù una palla difficile, Valentina Castellotti manda out un attacco e le valdardesi chiudono il set (25-17).
La gara è difficile ed il tecnico Giuseppe Cremonesi preferisce affidarsi alle solite "magnifiche sei" senza operare molti cambi; ma la Farmabios Sisa riordina le idee e sfrutta attimi di incertezza della difesa valdardese per portarsi per la prima volta in vantaggio su attacchi di Maspero e Caroli (1-4). Cremonesi chiama un provvidenziale time out ed al rientro sul parquet Valentina Guccione e Beatrice Francesconi riportano le rossoblu in parità (4-4), mentre una "ace" di Giulia Sotera vale il contro sorpasso. In campo si vedono scambi di alto livello tecnico, la Farmabios Sisa sa reagire con determinazione alle iniziative delle padrone di casa che trovano con Amasanti e Barbarini due punti preziosi (9-7). Incontro pieno di fasi spettacolari che strappano applausi; le due squadre sono molto solide e compatte e dimostrano di meritare la loro posizione in classifica. Noemi Barbarini mette una "botta" imprendibile che fa 12-7, mentre il muro di Guccione e Francesconi porta altri punti importanti per la causa rossoblu. La panchina pavese gioca la carta Alessandra Marelli cercando l'assetto migliore; Barbara Fagioli fa 15-9 e Giulia Sotera la imita per un rassicurante 16-9. Orlandi chiama a raccolta le sue ragazze, ma ci pensa Valentina Guccione in serata di grazia a piazzare una accoppiata vincente (19-10). Cremonesi richiama in panca il libero Alessia Testa che può rifiatare qualche minuto ,mentre sul parquet la gara si fa intensa per la tenacia della Farmabios Sisa spinta da Maria Pia Valls e Sara Caroli che in pochi minuti riportano il punteggio nell'incertezza. Cremonesi manda in campo Ada Magno a rilevare Giulia Sotera, Francesconi fa 21-14, il muro fiorenzuolano si conferma solidissimo, ma le pavesi non  mollano la presa, perchè Sara Caroli dimostra reattività e la Farmabios Sisa si porta a "-2". La Pavidea Selta è stanca, ma vguole chiudere il conto senza rischi e Cremonesi ributta nella mischia Giulia Sotera che offre a Beatrice Francesconi un pallone che il "martello" sfrutta alla sua maniera. Alessandra Marelli manda out unattacco e conseghna su un piatto d'argento un match ball alla Pavidea Selta che Noemi Barbarini trasforma subito in una altra serata di gloria (25-22).
Risultati della ultima giornata di andata: Anderlini Unicomstark Sassuolo-Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia 3-0, Pavidea Selta Fiorenzuola-Farmabios Sisa Gropello Cairoli 3-0, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Vemac Vignola 3-1, Volley 2001 Garlasco-Bakery Gossolengo 0-3, Texcart Città di Carpi-Properzi Games Lodi 2-3, Primedil Cost Seveso-Florens Vigevano 2-3, Valpala N&W-Pro Patria Milano 3-1.
Classifica: Bakery Gossolengo, Pavidea Selta Fiorenzuola p.34, Farmabios Sisa Gropello Cairoli p.27, Volley 2001 Garlasco p.24, Properzi Games Lodi p.21, Florens Vigevano p.20, Primedil Cost Seveso, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.19, Valpala N&W p.18, Pro Patria Milano p.17, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.12, Vemac Vignola p.10, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia, Texcart Città di Carpi p.9.
FRANCO BONATTI
 

giovedì 17 gennaio 2013

PAVIDEA SELTA AL GIRO DI BOA

Pavidea Selta al giro di boa. Il campionato conclude il girone di andata proponendo alle ragazze di Giuseppe Cremonesi un confronto casalingo pieno di incognite e dall'elevato coefficiente di difficoltà. Sabato 19 gennaio alle 20,30, Fagioli e compagne saranno di scena al "Palamagni" per affrontare il sestetto del Farmabios Sisa Gropello Cairoli con l'obiettivo di fornire ulteriori conferme tattiche ed agonistiche e chiudere la fase ascendente della stagione ancora agganciata al vertice con le "cugine" della Bakery Gossolengo. Le rossoblu fiorenzuolane arrivano al confronto diretto con la terza forza del campionato sulla scia della netta vittoria ottenuta sette giorni fa a Reggio Emilia contro il Grissinbon Tecnocopie, un avversario che ha saputo dare del filo da torcere ad una Pavidea Selta che, rispetto alla serata magica vissuta nel derby contro la Bakery Gossolengo, è mancata in cattiveria e ardore agonistico, quasi volesse tirare il fiato dopo gli straordinari. Giulia Palmira Sotera e Beatrice "martello" Francesconi sono finite in doppia cifra confermando di attraversare un periodo di forma smagliante, ma ricezione ed attacco si sono espressi troppo spesso a corrente alternata e le rossoblu hanno sofferto più del lecito contro un avversario che ha tenuto il campo con ordine e carattere, soccombendo soltanto per il minore tasso tecnico. La Pavidea Selta, in fin dei conti, ha meritato la vittoria per essersi espressa anche con maggiore continuità ed avere gettato in campo la sua consolidata esperienza, ma è chiaro che le energie spese contro il sestetto reggiano avrebbero potuto essere minori se si fosse usata un po' più di attenzione. Tutto è bene quel che finisce bene ed allora la vittoria contro il Grissinbon va archiviata con soddisfazione in attesa di assistere ad un'altra serata sopra le righe come quella del derby.
Il testa a testa contro la formazione pavese del Farmabios Sisa è una tappa importante per il team valdardese sopratutto in chiave play off, perchè se è vero che le lombarde sono staccate di quattro lunghezze dalle rossoblu, è altrettanto vero che il team di Giuseppe Orlandi è una solida realtà del campionato, capace di giocare una pallavolo redditizia e tenere ritmi altissimi per tantissimo tempo grazie ad una preparazione atletica di tutto rispetto che rappresenta un importante fiore all'occhiello.
La società presieduta da Paolo Liberti è stata fondata nel 1999, ma si è già tolta diverse soddisfazioni a cominciare dalla conquista dei play off nel camponato di serie C durante la stagione 2009-2010, passando per la promozione in serie B/2 ottenuta nella stagione 2010-2011, ed arrivando al terzo posto nel campionato 2011-2012 con la conseguente disputa dei play offs finiti alle semifinali. Il secco 3-0 rifilato sette giorni fa alle brianzole del Primedil Cost Seveso sta a dimostrare la forza agonistica e l'elevato tasso tecnico che si quantifica nel "centrale" Alessandra Marelli, nell'opposto Roberta Milesi, nell'altro "centrale" e capitano Sara Caroli, nella potente schiacciatrice Simona Maspero classe 1988, giocatrici sempre pronte a sacrificarsi per la causa. Un avversario dalle mille risorse e pronto a tentare lo sgambetto ad una Pavidea Selta che non può commettere errori per non correre altri, inutili rischi.
Il programma della tredicesima giornata di andata: Anderlini Unicomstark Sassuolo-Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia, Pavidea Selta Fiorenzuola-Farmabios Sisa Gropello Cairoli (ore 20,30), Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Vemac Vignola, Volley 2001 Garlasco-Bakery Gossolengo, Texcart Città di Carpi-Properzi Games Lodi, Primedil Cost Seveso-Florens Vigevano, Valpala N&W-Pro Patria Milano.
FRANCO BONATTI

domenica 13 gennaio 2013

GRISSINBON TECNOCOPIE REGGIO EMILIA-PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA 0-3

GRISSINBON TECNOCOPIE REGGIO EMILIA-PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA 0-3 (16-25, 14-25, 19-25).
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: Sotera 11, Francesconi 10, Barbarini p.8, Guccione 6, Magno 6, Fagioli 5, Ghisolfi 3, Amasanti 1, Testa 1, Vignola, Nicolini, Ziliani n.e. All: Cremonesi. II° all. Mazza.
C'era molta attesa per la trasferta delle rossoblu sul difficile parquet di Reggio Emilia, soprattutto dopo la roboante vittoria nel derby contro il Bakery Gossolengo e la Pavidea Selta ha compiuto una altra impresa sbancando al piatto il "Matilde di Canossa" tenendo il passo della Bakery Gossolengo e confermando di attraversare un periodo di grande condizione psico-fisica. Nonostante il riscontro delle cifre, non è stata una gara facile, perchè le ragazze reggiane hanno giocato su buoni livelli di rendimento, mentre la Pavidea Selta in qualche frangente non è apparsa sempre tonica, ma ha messo sul piatto della bilancia la solita determinazione ed un tasso tecnico superiore che alla fine ha fatto la differenza.
Cremonesi mescola subito le carte sul parquet mandando in campo in zona 4 Ada Magno al posto di Lorena Amasanti, ma la Pavidea Selta parte col solito freno a mano tirato e fa il gioco del Grissinbon Tecnocopie che prova a mettere in difficoltà le fiorenzuolane con una pallavolo veloce ed incisiva sotto rete che procura qualche danno in casa rossoblu dove si fa fatica a tenere il ritmo delle padrone di casa sempre avanti di due lunghezze e piene di entusiasmo. Sotera e Francesconi provano a scuotere le compagne piazzando qualche interessante palla nella difesa delle reggiane che tengono il vantaggio fino al decimo game quando Noemi Barbarini ci mette del suo e pareggia il conto. Reggio Emilia vacilla, ma non cade e continua a giocare con determinazione, ma la Pavidea Selta ha preso il ritmo partita e sotto rete comincia a chiudere i buchi; la gara è un continuo rincorrersi nel punteggio con break e contro break che rendono il confronto incerto ed interessante. Il tecnico reggiano Gualdi chiede un time out e il Grissinbon Tecnocopie prova un altro allungo, ma le fiorenzuolane sanno reagire e mettono giù palloni pesantissimi con Guccione, Sotera e Francesconi staccandosi con decisione (20-15). Le padrone di casa tentano di riordinare le idee, ma ottengono poco perchè la Pavidea Selta, pur senza acuti, è in grado di tenere il campo con sicurezza e chiudere il set (25-16).
La seconda partita comincia sugli scudi per Fagioli e compagne pronte a sfruttare le indecisioni avverasrie con una tonica Sotera e la solita accoppiata Barbarini-Francesconi e portarsi sul 4-1. Reggio Emilia sbaglia troppo sotto rete ed in ricezione ed allora le rossoblu di Cremonesi comandano le operazioni, Alessia Testa mette giù un pallone difficile, Barbarini piazza una "ace" imprendibile, il Grissinbon Tecnocopie si smarrisce, Cremonesi concede qualche attimo di gloria anche a Veronica Vignola e Luisa Nicolini ed è un gioco da ragazzi per il team fiorenzuolano chiudere i giochi con una "ace" di Ada Magno (25-14).
Turnover valdardese nel terzo set con Marta Ghisolfi che rileva Valentina Guccione, la Pavidea Selta tira un po' il fiato e le reggiane sono pronte ad approfittarne con un muro solido e potente che lascia le rossoblu in apnea (10-5). Cremonesi dalla panchina scuote la squadra che quando comincia a vgiocare sui suoi ritmi diventa irresistibile ed è Giulia Sotera a mettere a terra il. pallone del 11-10 che da' coraggio alle compagne capaci di alzare il ritmo e costringere le avversarie ad una difesa non sempre positiva. Lorena Amasanti va a rilevare Ada Magno, la Pavidea Selta si scuote e mette la freccia con Noemi Barbarini; il Grissinbon Tecnocopie cede sotto i fendenti di Sotera e Francesconi e scivola a quattro lunghezze (16-20), Simone Gualdi cerca di mettere ordine con un time out, ma è ancora la Pavidea Selta a dettare legge e respingere gli assalti reggiani, generosi, ma mai troppo incisivi. La gara si avvia all'epilogo, il parquet fa da palcoscenico a scambi spettacolari, attacchi e difese si fronteggiano con ardore agonistico e tocca a Giulia Sotera chiudere il conto alla sua irresistibile maniera. Grissinbon spezzato e mangiato, Pavidea Selta sfamata. Buona digestione. Avanti così.
Risultati del dodicesimo turno di andata: Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia-Pavidea Selta Fiorenzuola 0-3, Florens Vigevano-Valpala N&W 3-0, Properzi Games Lodi-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia 0-3, Bakery Gossolengo-Anderlini Unicomstark Sassuolo 3-0, Pro Patria Milano-Volley 2001 Garlasco Pavia 1-3, Vemac Vignola-Texcart Città di Carpi 3-0, Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Primedil Cost Seveso 3-0.
Classifica: Bakery Gossolengo, Pavidea Selta Fiorenzuola p.31, Farmabios Sisa Gropello Cairoli p.27, Volley 2001 Garlasco p.24, Properzi Games Lodi p.19, Primedil Cost Seveso, Florens Vigevano p.18, Pro Patria Milano p.17, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.16, Valpala N&W p.15, Vemac Vignola p.10, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.9, Texcart Città di Carpi p.8.
FRANCO BONATTI
.
 

mercoledì 9 gennaio 2013

IMMENSAMENTE PAVIDEA SELTA

Immensamente Pavidea Selta. Nella calza della Befana, le rossoblu fiorenzuolane hanno trovato una serata indimenticabile,  regalandosi una vittoria da incorniciare. Ogni derby che si rispetti, si sa, fa storia a sè ed anche quello andato in scena sabato scorso al "Palamagni" non è sfuggito a questa regola, perchè le ragazze di Giuseppe Cremonesi hanno gettato in campo cuore, rabbia, determinazione e carica agonistica riuscendo a mettere sotto un Bakery Gossolengo che, dal canto suo, ha completamente sbagliato l'approccio alla partita scendendo sul parquet con la testa altrove. Una gara tatticamente perfetta per Fagioli e compagne che, al cospetto di un sestetto reduce da quattro 3-0 consecutivi e forte del primato in classifica, hanno giocato sopra le righe, mettendo in evidenza il solito attacco delle meraviglie, un muro solidissimo ed una ricezione che ha avuto in una stratosferica Alessia Testa il punto di riferimento, il cardine su cui è ruotato tutto il reparto. Vincere un set 25-7 è cosa da stropicciarsi gli occhi, da darsi pizzicotti per rendersi conto di non stare sognando, insomma è qualcosa da mille e una notte. Ed il Bakery Gossolengo ha dovuto subire una dura lezione senza potere reagire.
Il tecnico valdardese Giuseppe Cremonesi non ha sbagliato niente sotto l'aspetto tattico, mescolando ad arte le carte in tavola tanto da sorprendere il suo vicino di pianerottolo Franco Corraro. Una serata, insomma, di festa per le ragazze fiorenzuolane che hanno agganciato al vertice le "cugine", ancora capoliste soltanto per un fatto di quoziente set, ma che dopo questa disfatta dovranno meditare a lungo.
Ma il derby rappresenta già un capitolo chiuso, perchè all'orizzonte della Pavidea Selta si presenta un altro ostacolo da affrontare con attenzione e senza cali di concentrazione per non andare incontro a sgradite sorprese. Sabato 12 gennaio alle 21,00 Fagioli e compagne saranno impegnate al "Matilde di Canossa" di Reggio Emilia contro il Grissinbon Tecnocopie Volley Galileo in un appuntamento che dovrà fornire altre importanti conferme agonistiche e tattiche. La formazione reggiana, presente sul panorama pallavolistico da quasi quaranta anni, costituitsce un banco di prova da prendere con le dovute precauzioni, perchè al di là di un undicesimo posto in classifica tutt'altro che tranquillo, è formata da parecchie giocatrici dalle interessanti qualità ed ha decisamente bisogno di punti per allontananrsi dalla zona retrocessione che porta con sè soltanto paura e nervosismo. Il team guidato dal presidente Fernando Margini e dalla accoppiata tecnica Simone Gualdi-Paolo Remati è la classica neopromossa piena di entusiasmo, con un florido settore giovanile ed una bacheca piena di allori nella quale spicca il titolo nazionale conquistato nella stagione 1993-1994 dalla formazione under 14 e dove ha mosso i primi passi agonistici la palleggiatrice Francesca Ferretti, entrata nell'orbita della Nazionale ed attualmente punto di forza nella Rebecchi Nordmeccanica in A/1. L'opposto Margherita Catellani, il "centrale" Eva Castagnetti, la schiacciatrice classe 1990 Stefania Gozzi e la ordinata palleggiatrice Cristina Losi sono le perle della collana infilata dallo staff tecnico, un quartetto in grado di gettare nella mischia tecnica ed emotività, armi preziose nelle mani delle rossonere per tentare il colpo ad effetto che darebbe la svolta al loro campionato.
Il programma del dodicesimo turno di andata:  Grissinbon Tecnocopie Volley Galileo Reggio Emilia-Pavidea Selta Fiorenzuola (ore 21,00), Florens Re Marcello Vigevano-Valpala N&W, Properzi Games Lodi-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia, Bakery Gossolengo-Anderlini Unicomstark Sassuolo, Pro Patria Milano-Volley 2001 Garlasco, Vemac Vignola-Texcart Città di Carpi, Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Primedil Cost Seveso.
FRANCO BONATTI

domenica 6 gennaio 2013

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-BAKERY GOSSOLENGO 3-0

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-BAKERY GOSSOLENGO 3-0 (25-7, 25-18, 25-17)
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: Sotera 12, Barbarini 10, Amasanti 3, Francesconi
12, Fagioli 3, Guccione 3, Magno 6, Testa (L), Ghisolfi. N.e: Vignola,
Nicolini, Risoli. All: Cremonesi. II° all. Mazza.
BAKERY GOSSOLENGO: Arnoldi 12, Freni 5, Modena 4, Prazzoli 2, Albertini 4,
Brigati 3, Alletti, Poggi (L),, Ronchetti. N.e. Nartelli, Perrucci (L),
Malvicini, Molinari. All: Corraro. II° all. Biasetton.
ARBITRI: D'ETTORRE E GIUNGATO.
Pavidea Selta, serata magica. Le fiorenzuolane spazzano via la capolista
Bakery Gossolengo e si aggiudicano il derby delle meraviglie. Alla vigilia si
era detto che in incontri del genere contano più motivazioni e cuore delle doti
tecniche e il team di Giuseppe Cremonesi ha gettato sul parquet di casa una
carica agonistica eccezionale che ha finito per distruggere, più di quanto
possa dire il punteggio, le "cugine" arrivate al "Palamagni" con molta
determinazione e decise a compiere un altro passo avanti verso la promozione.
Davanti al pubblico delle grandi occasioni, la Pavidea Selta ha messo subito il
piede sull'acceleratore dimostrando grande reattività e carica emotiva; la
Bakery Gossolengo ha dato l'impressione di avere sbagliato l'approccio alla
gara e ha sofferto oltre misura gli attacchi rossoblu portati con decisione dal
solito trio Sotera-Amasanti-Francesconi capace di fare male e mettere fieno in
cascina. Arnoldi, Freni e Brigati hanno provato a tenere il passo delle
avversarie, ma sono riuscite a combinare poco peccando in precisione e alzando
inesorabilmente bandiera bianca dopo un'ora e dodici minuti di spettacolo.
Pavidea Selta avanti tutta con Francesconi e Amasanti che portano attacchi
imprendibili per la ricezione di Brigati e Poggi e il punteggio parla subito
fiorenzuolano. Barbarini firma un 7-4, imitata da Giulia Sotera  che fa break
al primo time out. La Bakery prova a restare agganciata, ma gli attacchi di
Arnoldi e Modena si infrangono contro il solido muro di Amasanti, Sotera e
Francesconi, andando a cozzare sulle insuperabili mani di Alessia Testa che
respinge con sicurezza ogni pallone le capiti dalle sue parti; il sestetto di
Corraro, allora, comincia a perdere il passo giusto e concede troppo alle
valdardesi che comandano le danze dando prova di grande solidità. Guccione fa
18-7, Arnoldi e Albertini mandano out due offensive e Lorena Amasanti firma a
modo suo un clamoroso 20-7. Franco Corraro prova a suonare la carica, ma è
sempre la Pavidea Selta a correre con Beatrice Francesconi a martellare senza
freni, costringendo Jenny Arnoldi e Chiara Brigati a forzare sotto rete e
concedere punti preziosi alle padrone di casa che chiudono sul 25-7 in 19'.
Nel secondo set ci si aspetta la reazione della capolista, ma la Pavidea
Selta, sulle ali dell'entusiasmo e sorretta dal pubblico, continua a spingere
con Sotera, Barbarini e Fagioli, alle quali la Bakery risponde timidamente con
la ex Chiara Brigati per un 7-4 che non spaventa più di tanto Fagioli e
compagne, pronte al 10-6 con una bomba di Giulia Sotera. Vera Ronchetti sente
la tensione della ex e manda fuori una battuta, Barbarini, Francesconi e il
muro di Guccione-Amasanti spengono le velleità gossolenghine e in pochi minuti
la Pavidea Selta prende il largo (19-11). La gara sembra un po' più
equilibrata, ma Barbara Fagioli mette a terra un pallone che scotta, poi
Valentina Guccione fa 23-15 di fronte ad una Bakery Gossolengo in evidente
difficoltà. Arnoldi e Modena provano un timido recupero mettendo un pallone
sulla riga, ma ci pensa ancora una scatenata Beatrice "martello" Francesconi a
murare su Rossella Albertini per il 25-18.
Si va al terzo atto e la Bakery, cerca di recepire i consigli che arrivano
dalla panchina e tiene il passo delle rossoblu fino al sorpasso su un attacco
di Silvia Freni. Cremonesi gioca la carta Ada Magno, restituendola al clima
agonistico dopo il lungo infortunio e ottiene subito riscontri positivi, perchè
la nuova entrata firma subito un 4-6 che dà fiducia alle compagne, impegnate a
tirare il fiato, e fa da preludio al muro vincente di Noemi Barbarini per il 5-
6. La Bakery gioca meglioe mantiene il vantaggio dopo un muro di Jenny Arnoldi,
ma la Pavidea Selta non ci sta e Giulia Sotera pareggia il conto con un attacco
potentissimo (9-9). L'incontro diventa più equilibrato, la capolista mette a
terra attacchi importanti e tenta di staccarsi; entra in campo anche Marta
Ghisolfi per riprendere il ritmo partita, ma è ancora Ada Magno a dare
soddisfazioni al tecnico Cremonesi, firmando il sorpasso (15-14) e il mini
break (17-14). Le fiorenzuolane sentono la vittoria vicina e prendono vigore,
Giulia Sotera fa 20-15, la Bakery si smarrisce un'altra volta, Arianna Modena
manda fuori un servixio, Silvia Freni cerca di tenere botta, ma la Pavidea
Selta si guadagna sette match ball che Sotera sfrutta subito chiudendo il conto
(25-17). Il derby è della Pavidea Selta, la serata da incorniciare. Chapeau.
Risultati della undicesima giornata di andata: Anderlini Unicomstark Sassuolo-
Pro Patria Milano 3-1, Pavidea Selta Fiorenzuola-Bakery Gossolengo 3-0, Volley
2001 Garlasco-Florens Vigevano 3-0, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia-
Properzy Games Lodi 2-3, Primedil Cost Seveso-Vemac Vignola 3-1, Texcart Città
di Carpi-Farmabios Sisa Gropello Cairoli 3-0, Valpala N&W-Gramsci Pool Volley
Reggio Emilia 3-0.
Classifica: Bakery Gossolengo, Pavidea Selta Fiorenzuola p.28, Farmabios Sisa
Gropello Cairoli p.24, Volley 2001 Garlasco p.21, Properzi Games Lodi p.19,
Primedil Cost Seveso p.18, Pro Patria Milano p.17, Valpala  N&W, Florens Re
Marcello Vigevano p.15, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.13, Grissinbon
Tecnocopie Galileo Reggio Emilia, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.9, Texcart
Città di Carpi p.8, Vemac Vignola p.7.
FRANCO BONATTI

mercoledì 2 gennaio 2013

ECCO IL DERBY

Pavidea Selta, ecco il derby.Terminate le vacanze natalizie, riparte il campionato con la terz'ultima giornata del girone andata che propone il classico incontro di cartello, mettendo di fronte sabato 5 gennaio alle 20,30 sul parquet fiorenzuolano del "Palamagni" la Pavidea Selta Fiorenzuola al Bakery Gossolengo, un faccia a faccia tra capolista e damigella d'onore che certamente non tradirà le attese. Le rossoblu valdardesi hanno tenuto per tre settimane lo scettro del primato, cedendolo alla nona giornata alle "cugine" che, poi, hanno tenuto un ritmo elevatissimo arrivando a questo scontro diretto con tre lunghezze di vantaggio dopo aver conquistato con pieno merito il titolo di campione d'inverno. In casa fiorenzuolana c'è il morale in crescita dopo la preziosa, sudata, ma meritatissima vittoria ottenuta in rimonta al cospetto dell'esperto ed altrettanto ostico Florens Re Marcello Vigevano e si guarda con fiducia all'incontro, facendo leva sullo stato di forma delle singole, sulla solidità del gruppo che fino a questo momento non ha mai pagato dazio. In terra lombarda, Fagioli e compagne hanno tirato fuori coraggio, determinazione e quella rabbia derivata dalla battuta d'arresto imprevista subita contro le reggiane del Gramsci Pool Volley, venendo a capo di un incontro che, probabilmente, in altre situazioni avrebbero perso, dimostrando così di essere vive e desiderose di giocare le proprie carte fino in fondo. Il tecnico Giuseppe Cremonesi continua a ricevere dal gruppo risposte convincenti ed ha preparato il test con la prima della classe nei minimi particolari per non lasciare niente di intentato e provare un clamoroso aggancio al vertice, sperando di potere recuperare le infortunate Marta Ghisolfi e Ada Magno per avere a disposizione qualche alternativa tattica in più.
Il Bakery Gossolengo, dal canto suo, al di là della cocente eliminazione dalla Coppa Italia ad opera della Normac Abv Genova, si sta confermando una grande realtà del campionato, potendo contare su un organico compatto dove spiccano interessanti individualità del calibro di Jenny Arnoldi, Arianna Modena, Silvia Freni, ormai quasi stabilmente in doppia cifra, accanto alle quali ruotano le "ex" rossoblu Vera Ronchetti,Valentina Prazzoli, Anastasia Alletti, Chiara Brigati e Rossella Albertini sempre pronte ad alzare i ritmi e che avranno sicuramente un motivo in più per gettare in campo energie fisiche e motivazioni agonistiche. Pavidea Selta e Bakery Gossolengo hanno già incrociato i loro destini stagionali in un doppio confronto nel girone eliminatorio della Coppa Italia che ha regalato tante emozioni e spettacolo e finito con una vittoria a testa. Il tecnico gossolenghino Franco Corraro ed il presidente Maurizio Beccari hanno in mano carte importantissime da calare sul parquet fiorenzuolano ed un primato in classifica da difendere a denti stretti e partono leggermente avvantaggiate nel pronostico, ma è anche vero che in ogni disciplina sportiva il de4rby rappresenta sempre un incontro "sui generis" dove al di là della tecnica, contano spesso motivazioni e cuore e, sotto questo aspetto, la Pavidea Selta non è inferiore a nessuno. Buon derby e vinca il migliore.
Il programma della undicesima di andata: Anderlini Unicomstark Sassuolo-Pro Patria Milano, Pavidea Selta Fiorenzuola-Bakery Gossolengo (ore 20,30), Volley 2001 Garlasco-Florens Re Marcello Vigevano, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia-Properzi Games Lodi, Primedil Cost Seveso-Vemac Vignola, Texcart Città di Carpi-Farmabios Sisa Gropello Cairoli, Valpala N&W-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia.
FRANCO BONATTI