venerdì 29 aprile 2011

Volta Mantovana MN - Pavidea

Riprende il campionato della Pavidea che dopo la sosta pasquale sarà impegnata domani sul campo di Volta Mantovana (inizio ore 21) per la penultima gara della stagione regolare.

A Volta le atlete di coach Mazzola cercheranno di prendere il bottino pieno per assicurarsi con una giornata di anticipo l'accesso ai play off. Attualmente la formazione valdardese è seconda in graduatoria con 2 lunghezze di vantaggio su Lodi e 4 su Crema, attualmente fuori dalla post season.

Durante la pausa lo staff e le atlete rossoblu hanno continuato a lavorare con intensità per preparare al meglio questo rush finale di campionato. Per non perdere il ritmo partita la Pavidea ha disputato anche due amichevoli, con la Marmi Lazzari Cingia de Botti (serie C) e con la Terre Verdiane Fontanellato (serie B1); in entrambe le occasioni le valdardesi hanno espresso un buon gioco ottenendo risultati positivi.

Il buono stato di forma della Pavidea, non sarà però sufficiente per imporsi sul campo di Volta Mantovana. È vero che le lombarde sono ormai retrocesse ma sono una formazione esperta, con atlete di categoria superiore, assolutamente da non sottovalutare. Inoltre per le lombarde quella di domani sarà l'ultima gara casalinga di quello che sulla carta doveva essere un campionato con aspettative assolutamente differenti, e probabilmente le padrone di casa vorranno chiudere con un risultato positivo di fronte al pubblico amico. Alla Pavidea non basterà quindi la forma fisica, ma servirà anche tanta concentrazione per interpretare al meglio la gara, ed evitare passaggi a vuoto che potrebbero compromettere il risultato dando punti e morale alle avversarie.

In casa rossoblu sono state recuperate le acciaccate Guglielmetti e Brigati (non al meglio ma disponibile), mentre resta al palo Albertini. Piccoli problemi fisici anche per Poggi (ginocchio) che si è però allenata regolarmente e sarà disponibile per la gara di domani. Coach Mazzola avrà quindi a disposizione in pratica l'intera rosa e si riserverà fino all'ultimo le decisioni sulla miglior formazione da mandare in campo.

domenica 17 aprile 2011

Pavidea - LPM Pall. Mondovì CN 3-2

La Pavidea sconfigge Mondovì 3-2 in una gara avvincente anche se condita dai tanti errori in entrambi i campi, e rinsalda la seconda posizione guadagnando un punto su Lodi, sconfitto ad Alba per 3-2. Sempre quarto Crema, che accorcia di un punto sulle valdardesi portandosi a -4 con la vittoria su Casorate, mentre si stacca Desio, che lascia un punto sul campo del Vgp e scivola in quinta posizione a -5 dalla Pavidea.

Come annunciato la Pavidea parte con Ronchetti in regia, Amasanti opposta, Cavallaro e Magno in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi libero.
La gara sembra in discesa per le rossoblu che staccano subito le piemontesi del Mondovì grazie ad un servizio tatticamente preciso che manda in crisi la ricostruzione ospite. La positiva correlazione muro-difesa porta le valdardesi a condurre 8-4, con Mondovì che prova ad avvicinarsi (10-7) ma non riesce ad agganciare le padrone di casa a causa dei numerosi errori dalla linea dei nove metri. Gli attacchi di Magno Amasanti e Cavallaro valgono il +7 delle rossoblu (20-13). La Pavidea a questo punto inizia a commettere errori in attacco che consentono a Mondovì di trovare un incredibile pareggio (22-22) e il vantaggio che regala alle ospiti tre set point. Le ragazze di coach Mazzola annullano il primo tentativo delle piemontesi che chiudono alla seconda opportunità portandosi sull'1-0.

La Pavidea prova subito a reagire per dimenticare il brutto finale di primo set che ha visto al formazione valdardese dilapidare un vantaggio di 7 punti con il t praticamente in mano. Il servizio aggressivo di Ronchetti vale il 7-0 Pavidea: la formazione di casa gioca meglio e commette meno errori del Mondovì, sia al servizio che in fase di attacco. Il vantaggio si fa più consistente per Cavallaro compagne che si trovano avanti 16-6 al secondo time out tecnico. I muri di Guccione e Guglielmetti portano la Pavidea a chiudere 25-10 pareggiando il conto dei set.

Il terzo parziale si apre all'insegna dell'equilibrio spezzato dalla Pavidea che prova a scappare piazzando un break di 3 punti (10-7). Mondovì non si fa sorprendere e chiude subito lo svantaggio riportando il parziale in parità. L'ace di Guccione e l'errore in attacco dell'opposto ospite permettono alle valdardesi di condurre 16-14 alla seconda sospensione tecnica. Un nuovo ace di Guccione e la bella fast di Guglielmetti in combinazione d'attacco incrementano il vantaggio della formazione di casa (19-15). L'ace di Amasanti per il 20-15 costringe il tecnico delle piemontesi a spendere il proprio secondo time out discrezionale per spezzare il ritmo della Pavidea. La pausa costa cara alle rossoblu che perdono la concentrazione iniziando a commettere errori pesanti sia in attacco che in ricezione, con Mondovì che prova ad approfittarne per riaprire il parziale. L'ace di Cabrini, subentrata a Guglielmetti al servizio, consente alla Pavidea di conquistare un set point (24-23) annullato da un errore in attacco. Si torna a giocare in equilibrio con Mondovì che chiude 26-28 grazie ad un muro e un ace.

La Pavidea prova a riaprire la gara e ancora una volta parte bene in avvio di quarto set, conducendo 8-5 al primo tempo di sospensione tecnica grazie agli attacchi di Magno e Cavallaro. Le due attaccanti valdardesi spingono la Pavidea sul 15-9 ma tre errori consecutivi delle rossoblu in fase di finalizzazione consentono a Mondovì di avvicinarsi. È ancora grazie a Cavallaro in attacco e Magno a muro che le padrone di casa si portano avanti 19-13 costringendo l'allenatore ospite a chiamare l'ultimo time out a disposizione. Mazzola alza quindi il muro inserendo Ghisolfi per Ronchetti, sostituisce un'opaca Amasanti con Brigati e prova a forzare il sevizio con Cabrini per Guglielemtti. La Pavidea amministra il vantaggio e chiude 25-17 ristabilendo la parità nel conto dei set, portando la gara al quinto e decisivo set.

Mazzola conferma Brigati per Amasanti nel ruolo di opposta in avvio di quinta frazione, ma la Pavidea non è concentrata, commette diversi errori, sia in attacco che in seconda linea, subendo gli attacchi del Mondovì che prova subito la fuga portandosi sullo 0-4. Gli attacchi di Brigati e gli ace di Ronchetti ristabiliscono la parità (6-6). La Pavidea appare meno ordinata e concentrata e concede un nuovo vantaggio alle piemontesi (8-11). L'attacco punto di Cavallaro, il fallo di rotazione sanzionato a Mondovì e il muro di Magno riportano le due formazioni in parità (13-13). La Pavidea ritrova grinta e determinazione per chiudere subito con il 15-13 che vale il 3-2 finale.


Pavidea - LPM Pall. Mondovì CN 3-2 (23-25/25-10/26-28/25-17/15-13)

Ronchetti 4, Amasanti 9, Cavallaro 16, Magno 14, Guccione 21, Guglielmetti 11, Poggi L, Cabrini 1, Brigati 6, Ghisolfi, Vespari, Albertini.

venerdì 15 aprile 2011

Pavidea - LPM Pall. Mondovì

Terz'ultima giornata di campionato per la Pavidea che ospiterà sabato al PalaMagni di Fiorenzuola (inizio ore 20,30) la Lpm Pallavolo Mondovì.

Una gara insidiosa per la Pavidea che viene dalla vittoria su Pavia, ottenuta con un punteggio netto ma senza brillare. Troppi gli errori che hanno rischiato di compromettere la gara della scissa settimana e che le ragazze di coach Mazzola dovranno assolutamente evitare contro Mondovì per mantenere la seconda posizione su Lodi (staccato di un solo punto) e su Crema (quarto a 5 lunghezze dalle valdardesi).

La formazione piemontese che domani affronterà la Pavidea è una delle formazioni da cui ci si attendeva sicuramente di più all'inizio della stagione, viste sia le doti tecniche individuali delle atlete cuneesi, sia l'esperienza accumulata per una formazione che negli ultimi due anni non ha praticamente cambiato assetto. Ha incontrato però parecchie difficoltà nelle gare fuori casa dove ha lasciato diversi punti per strada, arrendendosi anche a formazioni in lotta per salvarsi, come Casorate e Pavia. Questo ha compromesso il cammino di Mondovì verso un posto nei play off che sulla carta era decisamente alla portata, e per il quale non è bastato un percorso quasi netto nelle gare casalinghe.

In casa Pavidea recuperata Brigati che in settimana è lentamente rientrata in gruppo dopo lo stop della scorsa settimana, mentre Albertini sta ancora attendendo l'ok depi medici per iniziare il lavoro di recupero. Gli allenamenti delle valdardesi sono quindi stati anche questa settimana a ranghi ridotti, viste le assenze di Vespari (impegni scolastici) e Ghisolfi (influenza). Il sette che inizierà la gara con Mondovì dovrebbe quindi essere composto da Ronchetti in regia, Amasanti opposta, Cavallaro in banda affiancata da una tra Magno e Brigati, Guccione e Guglielemtti al centro con Poggi libero.

martedì 12 aprile 2011

Riso Scotti PV - Pavidea 0-3

Una Pavidea non brillantissima ma molto cinica torna dalla trasferta di Villanterio con 3 punti pesanti frutto di un 3-0 piuttosto sofferto.

Al cospetto della formazione della ex Scapuzzi le valdardesi non hanno espresso il proprio gioco migliore, commettendo svariati errori che hanno sempre tenuto in partita le giovani avversarie, salvo mostrarsi pronte a sfruttare a propr vantaggio gli errori della Riso Scotti nei finali di set.

Con Birgati ferma per il riacutizzarsi dell'infiammazione al ginocchio Mazzola schiera in avvio Ronchetti al palleggio, Amasanti opposta, Cavallaro e Magno in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi libero.

Le valdardesi partono male e tenendo un ritmo di gioco troppo lento si fa sorprendere dall'alto muro delle locali che si portano subito avanti 5-1. La Pavidea prova a reagire per non compromettere il set già dalle fasi iniziali e si affida agli attacchi di Amasanti per accorciare 7-5, pur con troppi errori dalla linea dei 9 metri. Dopo la sospensione tecnica le valdardesi ritrovano lucidità e grinta, grazie agli attacchi di Cavallaro e Guglielmetti che portano il primo vantaggio rossoblu nella gara. Le difese di Poggi (ottima la sua prova sia in difesa che in ricezione) offrono buoni palloni per il contrattacco della Pavidea che ancora con Cavallaro e quindi con Guccione si portano a condurre 11-16 al secondo time out tecnico. Le ospiti concedono alcuni errori in attacco a Pavia che prova a riavvicinarsi, ma sul positivo turno di servizio di Magno ripristinano le distanze. È quindi ancora Cavallaro che conquista il primo di 5 set point che la Pavidea trasforma al secondo tentativo con un attacco piazzato di Amasanti.

Nonostante le percentuali di ricezione sempre molto buone la Pavidea non riesce a mettere il break che possa staccare le avversarie e appena rallenta il ritmo concede il vantaggio alla Riso Scotti (12-9). La gara delle valdardesi non decolla, frenata dai troppi errori e nonostante riesca ad avvicinarsi alle padrone di casa (15-14) sono proprio le lombarde a trovarsi avanti 16-14 al secondo tempo di sospensione tecnica. Con gli attacchi di Guglielmetti e Cavallaro la Pavidea trova finalmente la parità (17-17) e grazie ai muri di Guccione anche il +2 (18-20). Due errori commessi rispettivamente a muro e in attacco dalle valdardesi ripristinano la parità a quota 21. Si gioca punto a punto fino al 23 pari, quando la Pavidea chiude a propri favore un set sofferto con i due muri consecutivi di Guglielmetti e , subentrata a Ronchetti per alzare il muro.

In avvio di terza frazione le due formazioni giocano punto a punto con Pavia che sfrutta gli errori della seconda linea rossoblu per condurre 8-6. Gli attacchi di Amasanti e di Guglielmetti su palla fast consentono alla Pavidea di trovare il pareggio (8-8) e quindi il vantaggio (12-17). Le valdardesi sono troppo fallose e regalano errori punto alle padrone di casa che ne approfittano per avvicinarsi pericolosamente fino al 22-23. La squadra di coach Mazzola rimane concentrata e sia sfruttando gli errori delle giovani pavesi che con gli attacchi di Amasanti chiude 22-25 per il 3-0 finale.


Riso Scotti PV - Pavidea 0-3 (20-25/23-25/22-25)

Ronchetti 1, Amasanti 19, Cavallaro 10, Magno 7, Guccione 10, Guglielmetti 7, Poggi L, Ghisolfi 1, Albertini, Cabrini, Brigati, Vespari.

venerdì 8 aprile 2011

Riso Scotti PV - Pavidea

Trasferta insidiosa quella di domani per la Pavidea che alle ore 17,30 affronterà a Villanterio la Riso Scotti Pavia dell'ex rossoblu Scapuzzi, giovane palleggiatrice del vivaio valdardese prestata per questa stagione alle pavesi.

Le giovani atlete di Pavia sono in piena lotta per non retrocedere e, come sempre sul campo di casa, non faranno sconti. A lasciare punti preziosi sul campo della Riso Scotti sono state anche formazioni in lotta per un posto nei play off, come Mondovì, quindi la Pavidea dovrà giocare con molta attenzione per non diventare l'ennesima vittima illustre delle lombarde.

Del resto la Pavidea per completare il proprio cammino e cercare di arrivare ai play off non può pensare di lasciare punti a Pavia, e dovrà mantenere un alto livello di concentrazione per tutta la gara. Questo sia per evitare gli errori sia per limitare i passaggi a vuoto che potrebbero dare l'opportunità alle padrone di casa di guadagnare punti ed entusiasmo, complicando notevolmente la gara delle valdardesi. Come tutte le squadre molto giovani, anche la Riso Scotti, di fatto una formazione under 18, è capace di gesti tecnici di spessore alternati a momenti di errori banali, e sulle ali dell’entusiasmo può certamente costruire una vittoria anche contro formazioni sulla carta più quotate ma che sottovalutato il loro valore non giocano con la necessaria determinazione.

In casa rossoblu ferme Brigati, per il riacutizzarsi del problema al ginocchio dopo la gara di sabato scorso, e Albertini ancora in attesa di una diagnosi definitiva per il problema al tendine d'Achille. A disposizione il resto della rosa da cui Mazzola sceglierà il sestetto iniziale che dovrebbe vedere Ronchetti in regia con Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Magno attaccanti, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi libero.

domenica 3 aprile 2011

Pavidea - Sanda Volley MB 2-3

Davanti al pubblico delle grandi occasioni la Pavidea cede 3-2 di fronte alla prima della classe che festeggia la matematica promozione in serie B1.

Le valdardesi rimangono comunque seconde in classifica con un punto di vantaggio su Lodi, ma incrementano il divario su Crema (+1), quarto e attualmente fuori dalla zona play off.

Nel pieno del rispetto delle attese, la gara tra le prime della classe si apre con le due formazioni che viaggiano a braccetto. Difende meglio la Pavidea, mentre Monza si affida particolarmente al fico al centro. Qundo le valdardesi aumentano il ritmo del servizio però le ospiti sono costrette ad un gioco più scontato sulle bande che non rispondono a dovere, commettendo uni elevato numero di errori punto. La Pavidea ne approfitta per allungare 20-15, e grazie alle ottime difese di Poggi e alle fast e ai muri di Guglielmetti allungano 23-15. Il servizio di Brigati porta 2 aces che regalano il primo set alle padrone di casa.

L'avvio di seconda frazione è ancora tutto di marca rossoblu con la Pavidea più ordinata tatticamente e più concreta, che capitalizza gli errori ospiti per portasti a condurre 10-6. Monza inizia a giocare con meno errori, migliora la qualità del servizio migliorando di conseguenza anche l'apporto del muro. La Pavidea fatica in attacco consentendo alle avversarie di agguantare il pareggio a quota 12 e di trovare il vantaggio (14-18) che costringe il tecnico delle valdardesi a spendere il proprio secondo time out discrezionale. Sul 15-20 Monza, Mazzola da respiro ad Amasanti e Cavallaro inserendo rispettivamente Ghisolfi e Magno. La Pavidea accorcia 19-21 grazie all'attacco di Magno e all'ace di Guglielmetti, ma le ospiti non si fanno sorprendere e sfruttano gli errori delle rossoblu per chiudere 21-25 e pareggiare il conto dei set.

La Pavidea conferma Magno per Cavallaro in avvio di terza frazione, con le due formazioni che viaggiano sempre a braccetto nelle fasi iniziali del parziale. Monza riceve meglio, mentre la Pavidea fatica nella correlazione muro-difesa. Due errori consecutivi delle valdardesi concedono il +2 alle ospiti, che con due attacchi punto si portano a condurre 12-16 al secondo time out tecnico. Sul 14-20 Mazzola inserisce Ghisolfi per Magno, Cavallaro per Amasanti, Cabrini per Ronchetti e Vespari per Poggi. La Pavidea non riesce però a rientrare nel set e si arrende quasi senza opporre resistenza 14-25.

Le valdardesi, che scendono in campo con il sestetto base, cercano di ritrovarsi in avvio di quarta frazione e pur con alcune sbavature di ordine tattico, giocano alla pari con le avversarie (9-9). L'incisivo turno di servizio di Ronchetti consente alla Pavidea di portarsi avanti 13-9. Grazie agli attacchi di Brigati e Guccione le rossoblu mantengono il cambio palla arrivando a condurre 16-13 al secondo tempo di sospensione tecnica. Le ospiti commettono più errori e consentono alle padrone di casa della Pavidea di allungare 20-15. Monza prova ad accorciare portandosi a ridosso delle rossoblu (21-17 e 22-20) ma la Pavidea non si lascia intimorire e ancora sul turno di servizio di Ronchetti chiude 25-20 per il 2-2 che vale il tie break decisivo.

Anche in apertura di quinto set le due formazioni giocano punto a punto fino al cambio campo, quando due errori della difesa della Pavidea regalano l'8-10 a Monza. Le padrone di casa non ci stanno e con Guccione in primo tempo e Cavallaro con un bell'attacco sulle mani del muro avversario trovano il pareggi (10-10). Ancora Guccione a muro e Cavallaro in attacco spingono in vantaggio la Pavidea (12-10), costringendo il tecnico delle brianzole a chiamare time out. Monza pareggia e si porta a condurre per la prima volta nel set (12-13). Nonostante il nuovo pareggio delle rossoblu Monza trova un match point che prontamente trasforma per il 13-15 finale che vale il 2-3 con cui la capolista sale matematicamente in serie B1.


Pavidea - Sanda Volley MB 2-3 (25-15/21-25/14-25/25-20/13-15)

Ronchetti 2, Amasanti 14, Cavallaro 8, Brigati 12, Guccione 13, Guglielmetti 14, Poggi L, Magno 2, Ghisolfi 1, Cabrini, Vespari, Albertini.

venerdì 1 aprile 2011

Pavidea - Sanda Volley MB

Dopo la bella prestazione di Lodi di sette giorni fa la Pavidea torna tra le mura amiche del PalaMagni per affrontare sabato (inizio ore 20,30) la prima della classe, la Sanda Volley Monza.

Il 3-1 finale di Lodi ha permesso alle valdardesi di staccare proprio la formazione lodigiana di 3 lunghezze in classifica per trovarsi sola al secondo posto, subito dietro l’ormai irraggiungibile Sanda Volley. La formazione brianzola ha alzato bandiera bianca solo in una occasione quest’anno, quindici giorni fa sul campo di Alessandria. La gara di Alessandria ha rappresentato probabilmente un lieve calo di Monza che in un campionato dominato ha probabilmente sottovalutato la reale forza della MisterBet sul campo di casa. Un errore che la prima della classe non ha commesso nella gara di andata contro la Pavidea: in quell’occasione le valdardesi conducevano la gara per 2 set a 0 e con un consistente vantaggio nelle fasi centrali di terza frazione avevano avuto la possibilità di chiudere l’incontro con un secco 3-0. Le padrone di casa della Sanda Volley furono brave a sfruttare le indecisioni delle rossoblu ritrovando gioco e morale per recuperare lo svantaggio nei set ed andare a vincere 3-2.

In casa Pavidea la gara di Monza era stata affrontata, come molte delle gare dell’andata, con una formazione inedita (Guglielmetti era all’esordio in campionato dopo il lungo infortunio) e senza cambi a disposizione del tecnico Mazzola (Magno e Guglielmetti erano state fermate dall’influenza, mentre Albertini dal solito problema al tendine d’Achille).

Non si può dire che l’infermeria della Pavidea si sia vuotata, ma le condizioni delle infortunate rossoblu stanno migliorando, consentendo al tecnico Mazzola il lavoro praticamente a ranghi completi (con l’eccezione delle giovani Ghisolfi e Poggi impegnate con la formazione Under 18 della Rebecchi Rivergaro nel campionato regionale). Dalla prossima settimana si potrà allenare anche Albertini, che scongiurata la necessità di un intervento chirurgico al tendine infortunato, inizierà un lavoro differenziato per recuperare la condizione fisica e ritornare a lavorare in gruppo.

Quella tra Pavidea e Sanda Volley si preannuncia quindi come una gara interessante tra due formazioni che daranno il tutto per tutto per avvicinarsi un po di più ai propri obiettivi, la conquista dei play off per le valdardesi e la vittoria del campionato per le lombarde.