domenica 30 gennaio 2011

Golden Pack Crema CR - Pavidea 3-1

Battuta d’arresto sul campo della Golden Pack Crema per la Pavidea che esce sconfitta 3-1 dal match con la seconda forza della classe.

Troppi errori in casa rossoblu hanno facilitato il compito di un Crema già di per se molto concreto tra le mura amiche, che ha mantenuto una buona difesa e un efficace gioco d’attacco per tutta la gara, al contrario delle valdardesi che hanno avuto troppe incertezze in alcune ruoli.

Si gioca punto a punto nelle fasi iniziali della gara ma due errori in attacco della Pavidea danno il via libera al break delle locali che vanno al primo time out tecnico avanti 8-4. Nella pausa di sospensione tecnica le ragazze di Mazzola recuperano la concentrazione e gli attacchi di Cavallaro insieme ai muri di Guglielmetti riportano le valdardesi in parità (8-8). Le due formazioni viaggiano a braccetto fino al 15 pari quando Crema piazza un parziale di 4-1 che lascia sul posto le avversarie. Il tecnico della Pavidea alza il muro inserendo Ghisolfi per Ronchetti e contemporaneamente manda in campo Cabrini per Guglielmetti al servizio. È ora Crema che con alcuni errori in attacco si fa rimontare dalla Pavidea per una nuova parità a quota 22. Le padrone di casa trovano un ace sulla riga di fondo con Tomasini e un’ottimo attacco di Lucini che fruttano due set point: Crema chiude alla seconda occasione grazie ad una disattenzione nel campo ospite.

Pessima partenza di Ronchetti e socie nella seconda frazione di gioco: le valdardesi paiono poco aggressive e troppo rinunciatarie, faticano a mettere a terra palloni e subiscono il contrattacco di Crema che si affida soprattutto al buon momento dell’opposta Ramponi. Cavallaro e Guccione provano a spingere le compagne, Mazzola inserisce Magno per Amasanti, ma la Pavidea non arriva mai ad impensierire Crema che incrementa il proprio vantaggio fino al 25-13 finale che vale il 2-0 per le padrone di casa.

La Pavidea rientra in campo più decisa nel terzo parziale, consapevole di dover giocare il tutto per tutto per riaprire la gara. Con una buona correlazione muro-difesa e variando i colpi d’attacco le rossoblu costruiscono un vantaggio di 4-8 al primo tempo di sospensione tecnica. Crema prova a rifarsi sotto, Mazzola inserisce Magno per l’acciaccata Cavallaro e le rossoblu incrementano il proprio vantaggio fino al 13-25 che riapre la gara.

Nel quarto parziale Mazzola preferisce non rischiare Cavallaro e inserisce Magno dall’inizio. La Pavidea prende un buon vantaggio ma le padrone di casa non si fanno sorprendere e prontamente recuperano e superano le valdardesi (9-6). Nuova parità a quota 9 ottenuta grazie al muro di Guglielmetti e agli attacchi di Magno e Guccione. Crema cambia la tipologia del servizio ma la Pavidea registra immediatamente la ricezione e si continua in parità (12-12) finché 3 errori consecutivi da parte delle rossoblu consentono un nuovo break alle lombarde. Guccione a muro e Magno in attacco riportano avanti la Pavidea al secondo time out tecnico (15-16) ma al rientro in campo Crema mette alle corde la formazione ospite che con alcuni errori decisivi sia in attacco che in seconda linea cede 25-19 per il 3-1 finale delle locali.

Pavidea – Volta Mantovana MN 3-1 (25-23/25-13/13-25/25-19)

Ronchetti 2, Amasanti 8, Cavallaro 8, Brigati 9, Guccione 14, Guglielmetti 7, Poggi (L), Cabrini, Magno 6, Albertini, Ghisolfi 1, Vespari.

venerdì 28 gennaio 2011

Golden Pack Crema CR - Pavidea

Dopo l’ennesimo stop del campionato, fermo lo scorso fine settimana a causa dello svolgimento delle finali di Coppa Italia di serie A, la Pavidea riparte con la trasferta di Crema dove si troverà di fronte l’attuale seconda forza del campionato.

Purtroppo per alcune difficoltà con gli orari delle palestre nella settimana di pausa non è stato possibile organizzare un’amichevole che sarebbe stata utilissima per non perdere il ritmo di gara. Mazzola ha potuto però lavorare con il gruppo quasi al completo: in casa rossoblu si sta infatti svuotando l’infermeria, con il recupero di Poggi e Ghisolfi rimane indisponibile la sola Albertini. Questo ha permesso allo staff valdardese di svolgere allenamenti in cui ricreare situazioni tipiche della partita, e di concedere un ritmo più blando a chi ha finora avuto più continuità di gioco, portando alla miglior forma fisica le atlete che si sono dovute fermare per infortunio nel primo scorcio di stagione.

Contro Crema sarà fondamentale per la Pavidea entrare subito in partita con un buon livello di concentrazione, per non concedere pause ad una squadra esperta, capace di approfittare di ogni errore avversario per portare a casa punti preziosi. Ma le lombarde non sono solo esperte, sono una squadra fisicamente dotata, con un gioco al centro molto efficace grazie a Lucini, e puntano tanto sulla difesa, il vero fondamentale che spicca nella formazione di coach Bettinelli. Oltre alla concentrazione servirà quindi alla Pavidea anche tanta pazienza, per non arrivare all’errore forzato nelle azioni lunghe con tanti scambi e tanta difesa da parte delle padrone di casa.

Mazzola dovrebbe schierare in avvio la ormai consueta formazione, con Ronchetti al palleggio, Amasanti opposta, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi che riprenderà il posto di libero nel sette di base. A disposizione del tecnico per la gara con Crema ci saranno Cabrini, Ghisolfi, Magno, Vespari.

domenica 16 gennaio 2011

Pavidea - Lineasaldatura Volta Mantovana MN 3-0

Torna al successo la Pavidea che con un secco 3-0 liquida Volta Mantovana e riscatta la prova opaca di sette giorni fa a Mondovì.

Contro le lombarde coach Mazzola deve fare i conti con l’indisponibilità di Ronchetti, e schiera in avvio la giovane palleggiatrice Cabrini (molto positiva la sua prova) con Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Guglielmetti al centro, con Vespari libero.

Cavallaro e compagne impiegano alcune azioni ad assorbire il nuovo assetto, ma con una buona aggressività al servizio riescono a recuperare l’iniziale svantaggio e con un break di 7-0 si portano a condurre 11-7. Appagata dal vantaggio la Pavidea abbassa il ritmo, concede a Volta di recuperare e di andare a condurre 14-16 al secondo time out tecnico. Affidandosi ancora una volta al servizio le valdardesi agganciano le ospiti a quota 19. Volta cerca di chiudere il set ma le insidiose battute di Brigati (decisamente la sua miglior prova della stagione) inducono le lombarde all’errore, consentendo alla Pavidea di rimontare e chiudere il set a proprio favore.

Le ragazze di Mazzola partono molto decise anche nelle fasi iniziali del secondo parziale, spingendo ancora con il servizio e con una miglior incisività a muro. Il vantaggio delle rossoblu si fa da subito consistente con i parziali di 8-1 e 16-6 ai due tempi di sospensione tecnica. La Pavidea gestisce il vantaggio e la timida reazione di Volta non compromette l’esito di un set giocato con attenzione in difesa e lucidità in attacco.

Sotto 2-0 Volta prova ad invertire le sorti dell’incontro con alcuni cambi di ruolo e il set è giocato sull’equilibrio fino al 12 pari, quando la Pavidea spinge sull’acceleratore con gli attacchi di Amasanti (anche per lei una prova positiva, segnata da una maggiore continuità rispetto alle ultime uscite) si staccano fino al 21-15 che consente di gestire il cambio palla per arrivare al 3-0 finale.

Ora per la Pavidea una settimana di pausa in concomitanza con lo stop di tutti i campionati previsto per il prossimo week-end e ripresa in trasferta tra 15 giorni con il delicato impegno contro Crema secondo in graduatoria.

Pavidea – Volta Mantovana MN 3-0 (26-24/25-14/25-17)

Cabrini 3, Amasanti 15, Cavallaro 9, Brigati 13, Guccione 6, Guglielmetti 6, Vespari (L), Magno 2, Poggi, Albertini, Ghisolfi.

venerdì 14 gennaio 2011

Pavidea - Lineasaldatura Volta Mantovana MN

Dopo la battuta d’arresto nella prima gara del 2011 la Pavidea cerca il riscatto nel match casalingo che la vedrà opposta domani alla Lineasaldatura Volta Mantovana. A causa di una concomitanza con una gara di basket la formazione valdardese giocherà questa gara alle 17,30, anticipando così il normale orario di svolgimento delle gare al PalaMagni.

Cavallaro e compagne dovranno far dimenticare la gara di Mondovì, in cui si poteva raccogliere certamente qualcosa in più: determinante infatti è stata la mancanza di lucidità e di determinazione nei momenti decisivi della gara, quando si poteva mettere il break decisivo per lasciare sul posto le avversarie o si poteva chiudere il parziale a proprio favore sfruttando un vantaggio acquisito.

Volta Mantovana non è certo l’avversario più morbido da affrontare per riprendersi da una partita con più ombre che luci, e la classifica attuale delle lombarde non deve ingannare. La penultima piazza nell’attuale graduatoria non rispecchia il reale valore della formazione che domani arriverà al PalaMagni, mostrato già nelle due gare di Coppa Italia in cui Pavidea e Volta si erano affrontate ad inizio stagione.

Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, soprattutto in casa rossoblu: è stato completato l’organico e sono stati assorbiti i nuovi inserimenti e i cambi di ruolo, colmando quelle difficoltà incontrate inizialmente, per la mancanza di punti di riferimento. Volta ha invece incontrato più difficoltà di quanto non si potesse ipotizzare in questo girone di andata raccogliendo molto poco rispetto a quello che è il valore dei singoli, atlete con esperienza di categoria come Ripamonti, Speltoni e Zilio.

Per il tecnico Mazzola ancora qualche dubbio di formazione legato ad alcune atlete in non perfette condizioni fisiche, da qui la decisione dello staff valdardese di riservarsi fino all’ultimo per decidere con quale formazione iniziale affrontare Volta Mantovana.

domenica 9 gennaio 2011

LPM Pall. Mondovì CN - Pavidea 3-1

Battuta d'arresto in casa Pavidea, che esce sconfitta 3-1 dal confronto esterno con Mondoví.
Coach Mazzola deve rinunciare al libero Poggi, ancora in condizioni fisiche non perfette dopo l'infortunio alla caviglia di ormai tre settimane fa, e schiera in avvio Ronchetti al palleggio, Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Vespari libero.

Parte forte la Pavidea che prende subito un buon ritmo di gioco. Gli attacchi di Amasanti e i muri di Guglielmetti siglano il 3-8 del primo time out tecnico. Mondovì alza il livello del proprio servizio costringendo la Pavidea ad una ricostruzione più prevedibile. Le piemontesi giocano più sciolte e riescono ad agganciare le rossoblu sul 12-12 e allungano 16-12 al secondo tempo di sospensione tecnica. I troppi errori delle valdardesi consentono alle padrone di casa di consolidare il vantaggio e portare a casa il primo set.

Ritrova convinzione la Pavidea in avvio di secondo parziale ma Mondoví continua a forzare il servizio e le due formazioni si ritrovano a giocare punto a punto a sono le rossoblu a mettere la testa avanti (5-8) grazie alla bella fast di Guccione. I positivi turni di servizio di Ronchetti, Cavallaro e della stessa Guccione mettono in difficoltà la ricostruzione di Mondovì ed agevolano gli attacchi punto di Amasanti e Brigati che spingono la Pavidea avanti 8-16. Sul massimo vantaggio di 9-19 la Pavidea si rilassa e concede un Break di 3 punti a Mondovì. Mazzola alza il muro inserendo Albertini per Ronchetti e le ospiti allungano 14-23. Il tecnico valdardese inserisce ancheCabrini al servizio per Guglielmetti, e la Pavidea chiude 14-25 pareggia il conto dei set.

Il servizio è il fondamentale che fa la differenza in avvio di terzo parziale, prima consentendo alla Pavidea di allungare 3-7,e poi regalando alle padrone di casa l'aggancio e il sorpasso (8-7). Mondovì allunga 11-8 ma Cavallaro e socie sono brave a mantenere la concentrazione per recupera lo svantaggio e costruirsi le occasioni per il sorpasso, sprecate poi con errori in attacco. Si gioca così punto a punto ma sul 21-20 Mondovì i direttori di gara ammoniscono Ronchetti per proteste sull'ennesimo fischio quantomeno discutibile e regalano il 22-20 alle padrone di casa. La Pavidea accusa il colpo e concede alle avversarie tre attacchi punto che permettono a Mondovì di chiudere 25-21 e portarsi sul 2-1.

Il quarto set rappresenta per le valdardesi l'ultima occasione per provare a riaprire il match e la determinazione con cui le rossoblu iniziano il set sembra quella giusta. Sul 4-7 per le ospiti Mondovì comincia a giocare, recupera lo svantaggio e le due formazioni viaggiano a braccetto fino al 16-16 quando tre errori in attacco e uno in ricezione regalano il vantaggio di 21-16 alle piemontesi che sfruttano il momento e chiudono 25-19 imponendo alla Pavidea il secondo stop senza raccogliere punti in questa stagione.

LPM Pall. Mondovì CN - Pavidea 3-1 (25-19/14-25/25-21/25-19)

Ronchetti, Amasanti, Cavallaro, Brigati, Guccione, Guglielmetti , Vespari (L), Cabrini, Magno, Poggi, Albertini.

venerdì 7 gennaio 2011

LPM Pall. Mondovì CN - Pavidea

Ricomincia ufficialmente il 2011 della Pavidea che sabato farà visita alla LPM Pallavolo Mondovì. Un inizio d’anno di certo non tropo tenero per le valdardesi, dato che le avversarie sono lontane solo due lunghezze in classifica e rappresentano una formazione molto solida soprattutto tra le mura amiche.

Le piemontesi, a differenza della Pavidea, in estate non hanno cambiato molto, confermando un’ossatura già molto buona e che nella scorsa stagione ha lottato fino all’ultimo punto per un posto nei play-off promozione. In quest’ottica si possono leggere gli ottimi risultati che la compagine cuneese sta ottenendo in questo girone d’andata, con il colpaccio sfiorato sul campo della prima in classifica proprio nell’ultima gara del 2010.

La Pavidea dovrà quindi scendere in campo molto determinata, evitando quei cali di concentrazione che possono costare cari, come accaduto nella gara di Monza, quando un consistente vantaggio fu dilapidato dando il via alla rimonta delle padrone di casa proprio a causa di un abbassamento del livello di gioco delle rossoblu.
Il tecnico Mazzola ha potuto in settimana testare le proprie atlete nell’amichevole disputata contro il Collecchio (B1) in cui le valdardesi hanno cercato di recuperare il ritmo partita dopo la pausa natalizia. Certo la differenza di categoria tra le due formazioni si è fatta sentire ma per la Pavidea è stato un buon banco di prova in vista di una gara difficile come quella di Mondovì.

L’amichevole contro Collecchio ha anche permesso il rientro di Albertini e Poggi, assenti nell’ultima uscita contro Pavia, che sabato saranno a disposizione del tecnico Mazzola. Ancora assente Ghisolfi che probabilmente rientrerà in gruppo la prossima settimana e consentirà allo staff rossoblu di lavorare a ranghi completi.
Per la gara di sabato quindi tutte le atlete rossoblu ad eccezione della sola Ghisolfi saranno a disposizione e Mazzola deciderà all’ultimo la formazione da schierare in avvio.

mercoledì 5 gennaio 2011

Si conclude il 2010: il bilancio (positivo) di casa Pavidea

Per la Pavidea Pallavolo Fiorenzuola si chiude un anno, il 2010, che seppure non ha portato la promozione in B1 è comunque stato ricco di successi e di esaltanti prestazioni.
Nonostante si sia poi rivelato un anno molto positivo, il 2010 non era iniziato sotto una buona stella per la Pavidea, sconfitta a Vercelli e ad Alessandria, alla prima giornata di ritorno del passato campionato. Ma dalla metà di gennaio in avanti la formazione valdardese ha inanellato nel girone di ritorno della scorsa stagione 14 vittorie consecutive che le hanno permesso di conquistare il secondo posto in classifica e l’accesso ai play off, e di costruire una imbattibilità casalinga che, ad oggi, dura da ben 20 giornate.

I numeri rendono l’idea di quanto la Pavidea che ha ottimamente figurato nei play off 2010, arrendendosi solo al quinto set della bella con Pisogne, fosse non solo una formazione dalle elevate capacità tecniche, ma anche un gruppo determinato, umile, in una parola, una squadra. Solo con tutti questi ingredienti è infatti possibile capire la continuità di risultati che ha permesso alle ragazze di Mazzola di arrivare ad un passo da quella che sarebbe stata una meravigliosa ciliegina su una stagione già memorabile.

La delusione per l’epilogo della stagione aveva portato alcune ragazze a cercare altre strade e la società a progettare un graduale rinnovamento degli organici. Non è stata una estate facile per la Pallavolo Fiorenzuola: il problema più importante era sostituire entrambi i centrali - veri punti di forza della scorsa stagione – una che aveva abbandonato l’attività agonistica, l’altra non ancora ripresasi da un grave infortunio patito proprio nella finale play off.
Il ringiovanimento della squadra e le difficoltà di riuscire a fornire ad Enrico Mazzola, tecnico della Pavidea, un organico completo hanno portato a circondare la squadra di molto scetticismo. E in effetti per tutto il pre-campionato i risultati della Pavidea sembravano dar ragione alle critiche. Forse nelle ragazze che avevano vissuto la stagione precedente c’era ancora l’illusione di poter essere automaticamente la stessa squadra, mentre la realtà diceva che occorreva ripartire azzerando tutto.

Grazie alla tenacia e al lavoro di coach Mazzola e all’apporto delle nuove arrivate, l’inizio di campionato ha visto la Pavidea ottenere risultati importanti e crescere di giornata in giornata. Oggi la squadra non guarda più alla passata stagione ma ai suoi valori e alle sue certezze: nonostante la Pavidea sia stata bersagliata da una interminabile sequenza di infortuni e indisposizioni, che ancora oggi perdurano, la squadra ha raccolto buoni punti e disputato buone partite e la terza piazza ad un solo punto dalla seconda testimonia la bontà del lavoro svolto dallo staff e dal gruppo rossoblu.

La Pavidea in questi ultimi mesi del 2010 è riuscita a costituire una propria identità e si intravedono ormai quelle caratteristiche di unità di gruppo che di fatto, nello sport, fanno spesso la differenza.
La Pavidea continua ad essere una bella realtà della pallavolo piacentina, in grado di giocare alla pari con tutte le avversarie del proprio girone convincendo anche i più scettici che sono tornati a riempire il PalaMagni per incitare le atlete che scendono in campo con grinta determinazione e soprattutto grande cuore.

L’augurio è quindi che il 2011 possa vedere la Pavidea crescere sempre di più, confermando i brillanti risultati di questo anno che si sta concludendo e regalandosi grandi soddisfazioni che ricompensano il lavoro svolto con passione da dirigenti, allenatori e atlete.