domenica 19 dicembre 2010

Pavidea - Riso Scotti PV 3-0

Torna al successo la Pavidea, che nell’ultima gara di questo 2010, sconfigge sul campo di casa le giovani atlete della Riso Scotti Pavia, con il netto punteggio di 3-0.

Ancora una volta Mazzola non ha l’intera rosa a disposizione, con Albertini influenzata e Poggi vittima di un infortunio alla caviglia patito a scuola che devono dare forfait. La Pavidea scende quindi in campo con Ronchetti in regia e Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Vespari libero.

Parte subito forte la formazione valdardese che con il positivo turno di servizio di Amasanti mette in crisi la ricostruzione di Pavia che si trova subito ad inseguire 8-2. Acquisito un buon margine la Pavidea rallenta e concede spazio alle ospiti, che provano ad avvicinarsi, sfruttando anche le imprecisioni della seconda linea rossoblu, ma sono sempre Ronchetti e socie a condurre 16-11 al secondo time out tecnico. La Pavidea è ormai lontana e nonostante Pavia cerchi di recuperare lo svantaggio, il set è appannaggio delle valdardesi che chiudono 25-17.

Nel secondo set la Pavidea entra in campo troppo disinvolta, mentre Pavia, più determinato si porta a condurre 2-8. Mazzola inserisce Magno per Brigati per migliorare la ricezione sull’insidioso servizio dell’ex Scapuzzi (buona la sua prova), ma la Pavidea non riesce a prendere un buon ritmo di gioco e Pavia ne approfitta per allungare 4-13. Le ragazze di coach Mazzola provano a rientrare nel set affidandosi al servizio: le ottime battute di Magno, Guglielmetti e Ronchetti, uniti agli attacchi di Cavallaro riportano sotto le valdardesi (12-16). Sul 15-20 si chiude il cambio Magno – Brigati mentre la Pavidea conquista la parità a quota 20 e grazie al servizio di Amasanti si porta subito a condurre 23-21. Pavia non molla, recupera fino al 23 pari, e cede 25-23 quando Mazzola inserisce Cabrini per Guglielmetti in battuta e gli ottimi servizi del giovane secondo palleggiatore rossoblu regalano il parziale del 2-0 alla Pavidea.

Il terzo set vede le due formazioni viaggiare a braccetto nelle fasi iniziali, ma è la Pavidea a condurre 8-6 al primo tempo di sospensione tecnica. E’ però solo un fuoco di paglia: in una gara dai contenuti non esaltanti, le due compagini viaggiano a braccetto fino al 15 pari quando la Pavidea prova l’allungo decisivo (19-16) ma Pavia riesce ancora a chiudere il gap e a recuperare viaggiando alla pari delle rossoblu fino a quota 22, quando le valdardesi chiudono 25-22 grazie agli attacchi di Amasanti.

Pavidea - Riso Scotti PV 3-0 (25-17/25-23/25-22)

Ronchetti 5, Amasanti 12, Cavallaro 15, Brigati 9, Guccione 3, Guglielmetti 10, Vespari (L) 1, Ghisolfi, Cabrini, Magno 3.

venerdì 17 dicembre 2010

Pavidea - Riso Scotti PV

Dopo la buona prova di Monza in cui ha però raccolto solo un punto, la Pavidea torna tra le mura amiche del PalaMagni di Fiorenzuola (inizio ore 20,30) per affrontare, nell’ultima gara prima della sosta natalizia, la Riso Scotti Pavia.

La Pavidea, che sta recuperando tutti gli effettivi, ad eccezione di Ghisolfi, alle prese con un problema fisico che la costringerà all’inattività anche durante la pausa, e può quindi allenarsi con più efficacia, rispetto a qualche tempo fa. Poter ricreare in allenamento il ritmo partita permette di essere più lucidi durante la gara, affrontando i momenti delicati della gara on più tranquillità. Lo staff tecnico e le atlete rossoblu hanno disputato un ottimo inizio di campionato, a dimostrazione della grande qualità del lavoro svolto nonostante le difficoltà numeriche negli allenamenti.

La gara con la Riso Scotti vedrà il ritorno al PalaMagni di Alice Scapuzzi, lo scorso anno secondo palleggiatore alla corte di Mazzola, che in questa stagione è stata ceduta in prestito alle lombarde per fare esperienza. La formazione pavese infatti negli ultimi anni ha sempre disputato il campionato di serie B2 puntando forte su giovani atlete, tutte di età inferiore ai 18 anni, badando più alla crescita tecnico-tattica delle singole giocatrici che al risultato di squadra. Nella scorsa stagione in ogni caso la Riso Scotti ha raggiunto la salvezza sul filo di lana che per atlete e staff è stata, a ragione, pari alla vittoria del campionato.

Per la Pavidea non sarà però una gara semplice, poiché Pavia come tutte le squadre giovani è capace di uscire da momenti di difficoltà nel corso di una gara, se solo l’avversario lascia loro lo spazio per esprimersi al meglio. Dovranno fare quindi molta attenzione Ronchetti e compagne a non subire quei cali di concentrazione che anche a Monza hanno precluso la possibilità di guadagnare i 3 punti in una gara alla portata.

Per la gara con Pavia il tecnico Mazzola dovrebbe schierare in avvio Ronchetti al palleggio, con Amasanti opposta, Cavallaro e il ballottaggio tra Brigati e Magno in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi libero.

lunedì 13 dicembre 2010

Stella al merito sportivo per la Pallavolo Fiorenzuola

Il Coni Nazionale ha assegnato come ogni anno le stelle al merito sportivo a quelle società sportive che, con impegno e passione hanno saputo diffondere la cultura sportiva presso i giovani, trasmettendo i valori di sacrificio, sfida, rispetto di se stessi e dell'avversario.

Cinque le stelle al merito assegnate dal Coni allo sport piacentino per l’anno 2010: una d’argento e quattro di bronzo, di cui una alla ASD Pallavolo Fiorenzuola quale riconoscimento dei risultati di rilievo conseguiti.

In una cerimonia che si svolgerà mercoledì 15 dicembre a partire dalle ore 20 presso il Grande Albergo Roma, verrà consegnato alla nostra società questo prestigioso riconsocimento.

A ritirare il premio sarà Antonella Menta, uno dei dirigenti più appassionati del panorama pallavolistico non solo valdardese, ma dell'intera provincia, che commenta con soddisfazione il premio assegnato alla Pallavolo Fiorenzuola:" E' per noi grande motivo di orgoglio ricevere la Stella al merito sportivo del Coni, perchè riconosce il lavoro della società, dei tecnici e delle atlete che nella passata stagione hanno saputo portare in alto il nome della Pallavolo Fiorenzuola in ogni categoria. Un particolare ringraziamento va ancora una volta al gruppo della serie B2 che con costanza, impegno e grande sacrfificio ci ha regalato nella passata stagione grandi emozioni sfiorando uno storico risultato."

domenica 12 dicembre 2010

Sanda Volley MB - Pavidea 3-2

La Pavidea torna da Monza con la prima sconfitta in un tie-break in questo campionato, ma mentre alla vigilia del match con la capolista Sanda Volley in molti avrebbero firmato per un punto, al termine della gara il risultato sta un po stretto alle valdardesi.
L’assenza di Magno per influenza e Ghisolfi per un problema addominale, costringono Mazzola a schierare in avvio l’ennesima inedita formazione di questa stagione, con l’esordio dal primo minuto di Guglielmetti e con in panchina i soli cambi per i ruoli di palleggiatore (Cabrini) libero (Vespari) e centrale (Albertini, non al meglio).
La Pavidea parte aggressiva e sostenuta dai numerosi tifosi giunti da Fiorenzuola, forza il servizio rendendo scontato e falloso il gioco di Monza. Bene anche la correlazione muro-difesa, con i tre muri punto di Amasanti, Cavallaro e Guglielmetti che valgono il vantaggio di 4-11. Un piccolo rilassamento in casa rossoblu consente alle padrone di casa di avvicinarsi ma gli ottimi attacchi di Cavallaro e Amasanti, ben servite da Ronchetti, riportano la Pavidea a distanza. Monza è presa decisamente alla sprovvista e subisce i due aces di Ronchetti (8-19). Le redini del set sono nelle mani della Pavidea che chiude 12-25.
Monza ricorda di essere la prima della classe e prova a contrastare la Pavidea che però non si fa sorprendere e parte bene anche nel secondo parziale e conduce 5-8 al primo tempo di sospensione tecnica. La difesa rossoblu è sempre molto attenta e annienta i tentativi di rimonta delle padrone di casa, incrementando il vantaggio fino all’8-16 del secondo time out tecnico, in una sorta di deja –vu del primo parziale. Le padrone di casa provano a cambiare il gioco d’attacco, ma la Pavidea è brava a registrare rapidamente le contromisure e chiude 17-25 con un bell’attacco di Brigati.
Anche nel terzo set il servizio delle valdardesi mette pressione al gioco del Sanda, costringendo il tecnico delle brianzole a correre immediatamente ai ripari chiamando il primo time out discrezionale già sul 4-6, consapevole che per le proprie atlete sia l’ultima occasione di riaprire il match. Le ragazze di Mazzola continuano a spingere fino al 5-8, quando un calo nella ricezione valdardese consente l’aggancio del Monza. La Pavidea ricomincia tutto da capo, e costruisce un nuovo mini break per il 10-15. Un errore al servizio valdardese da però il via alla rimonta delle locali che arrivano a condurre il punteggio per la prima volta nel match (16-15). Il set diventa ora avvincente, con le due formazioni che viaggiano a braccetto fino al 22 pari quando tre errori in attacco regalano il parziale a Monza che riapre il match.
Le padrone di casa partono bene nel quarto set, galvanizzate dalla rimonta e dalla vittoria nel parziale precedente, minano le sicurezze della Pavidea che si trova ad inseguire 8-7 al primo tempo tecnico. Si viaggia punto a punto ma è Monza che allunga 14-10 affidandosi ai propri attaccanti di palla alta, ma l’ottimo turno di servizio di Guccione riporta le due formazioni in parità (15-15). Monza prova ancora il break decisivo sul 23-19 ma la Pavidea trova ancora l’aggancio sul 24-24 grazie alle precise ed insidiose battute di Ronchetti e Cavallaro, ma è ancora Monza che sfruttando due errori dell’attacco rossoblu chiude 26-24 per il 2-2 nel conto dei set.
Il quinto set è giocato punto a punto solo nelle fasi iniziali, quando la Pavidea gioca con meno tranquillità in seconda linea e meno lucidità a muro, consentendo alle padrone di casa di scappare cambiando campo 8-5. Non riesce a reagire la Pavidea, e Monza continua ad allungare fino a chiudere 15-10 per il 3-2 finale.
In casa Pavidea molto bene l’esordio di Guglielmetti e l’approccio molto deciso alla gara così come ci si aspettava alla vigilia. Quello che è andato meno bene è la mancanza di continuità nella concentrazione che ha portato a grossi cali che hanno consentito ad un Monza francamente non irresistibile di riprendersi. Per le ragazze di coach Mazzola rimane in ogni caso la consapevolezza di non aver affatto demeritato nel confronto sul piano tecnico e caratteriale con una formazione che conduce la classifica senza aver mai perso alcun match.

Sanda Volley MB – Pavidea 3-2 (12-25/17-25/25-22/26-24/15-10)

Ronchetti 3, Amasanti 19, Cavallaro 19, Brigati 15, Guccione 11, Guglielmetti 10, Poggi (L), Albertini, Cabrini, Vespari.

venerdì 10 dicembre 2010

Sanda Volley MB - Pavidea

La nona giornata del campionato nazionale di serie B2 femminile vedrà sabato (inizio ore 21) la Pavidea impegnata sul campo del Sanda Volley Monza primo in classifica.

Per le rossoblu sarà una sfida impegnativa, dato che le brianzole guidano la classifica fin dalla prima giornata, grazie alle 8 vittorie in altrettante gare, con un solo punto concesso nella sfida casalinga con Alessandria. Ronchetti e compagne invece hanno sette vittorie al loro attivo, l’unica sconfitta risale a quindici giorni fa sul campo della Normac Genova, ma per contro hanno disputato molti più tie-break, lasciando per strada 4 punti nelle gare finite al quinto set. Per questo motivo Monza guida la classifica con sei lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici Pavidea e Crema.

Vincere in trasferta con un avversario così impegnativo sarà tutt'altro che semplice per la Pavidea che dovrà giocare la sua miglior pallavolo per provare ad accorciare le distanze in classifica. Certo Monza è una squadra completa in ogni ruolo, costruita con il chiaro obiettivo di un campionato di vertice, mentre la Pavidea, che pure sta disputando un’ottima stagione, è partita con l’intento di disputare un campionato tranquillo.

Il tecnico valdardese Mazzola in settimana ha lavorato in maniera particolare sulla concentrazione e sulla continuità di gioco della squadra: giocando con grande attenzione le rossoblu potranno esprimersi al meglio. Durante tutta la settimana le valdardesi hanno dimostrato grande impegno e un buon approccio alla preparazione della gara, consapevoli che un buon avvio di gara può fare la differenza.

Rosa al completo per coach Mazzola che potrà scegliere il sette iniziale tra tutte le atlete, ma che probabilmente si affiderà alla formazione che ha brillantemente vinto con Lodi sette giorni fa: Ronchetti al palleggio, Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Ghisolfi al centro con Poggi libero. A disposizione Albertini, Cabrini, Guglielmetti, Magno e Vespari.

domenica 5 dicembre 2010

Pavidea - Properzi Volley LO 3-0

Si riscatta prontamente la Pavidea che, dopo la brutta battuta d’arresto di sette giorni fa a Genova, torna al successo imponendosi per 3-0 nello scontro diretto casalingo contro la Properzi Volley Lodi.

Finalmente la Pavidea riesce a sfatare il ‘tabù’ PalaMagni, dove finora in campionato aveva sì conquistato 4 vittorie in altrettante gare, ma concludendo ogni volta al quinto set e lasciando sempre un punto alle avversarie di turno.

La vittoria consente a Cavallaro e compagne di recuperare la seconda piazza in classifica, con 17 punti, al pari di Crema e Desio (rispettivamente terza e quarta per quoziente set), ma è anche un’ottima iniezione di fiducia per il gruppo, profondamente deluso dalla propria prestazione a Genova e desideroso di ritrovare il gioco e la grinta delle prime giornate.

La partenza della Pavidea non è brillante, i fantasmi di Genova non permettono alle ragazze di coach Mazzola di giocare decise in attacco e sicure in difesa. L’attacco della Pavidea è troppo prevedibile e la difesa ospite è sempre piazzata: Lodi capisce le difficoltà delle padrone di casa, spinge sull’acceleratore portandosi a condurre fin dal primo time out tecnico (5-8) e staccando sempre di più le valdardesi, fino al +9 sul 12-21. Le rossoblu provano una reazione in extremis con un servizio più preciso che mette in difficoltà la ricostruzione delle lodigiane, che attaccano con meno efficacia e con più errori punto. Con un parziale di 8-1 la Pavidea si riporta in scia (20-22) e aggancia Lodi sul 23 pari. Le ospiti sembrano sorprese e non riescono a reagire, la Pavidea ne approfitta e chiude subito 26-24 con un attacco fast di Guccione e una bella parallela di Cavallaro.

Gioca sulle ali dell’entusiasmo la Pavidea, galvanizzata dalla bella rimonta nel primo parziale, mentre Lodi sembra aver perso molte delle sicurezze che aveva nella prima parte della gara. La Pavidea cresce in ricezione e difesa, con Ronchetti che riesce a far girare tutte le proprie attaccanti, senza dare un riferimento al muro avversario. L’attacco valdardese è più preciso, e contribuisce a costruire il vantaggio di 16-10 al secondo tempo di sospensione tecnica, per un parziale sempre saldamente in mano alle padrone di casa che chiudono 25-15.

Lodi deve reagire per cercare di riaprire la gara e il rischio per la Pavidea è quello di rilassarsi pensando di avere la vittoria finale in tasca. Coach Mazzola tiene invece alta la concentrazione delle proprie atlete e ne esce un set combattuto punto a punto fino al secondo time out tecnico, quando le valdardesi si staccano 16-14 grazie agli ottimi muri di Ghisolfi e al servizio preciso di Ronchetti. Amasanti e Cavallaro guidano l’attacco rossoblu incrementando il vantaggio e smorzando di fatto ogni tentativo di rimonta ospite per il 25-21 finale che vale il primo 3-0 stagionale tra le mura amiche.

Pavidea – Properzi Volley LO 3-0 (26-24/25-15/25-21)

Ronchetti 6, Amasanti 8, Cavallaro 10, Brigati 8, Guccione 9, Ghisolfi 7, Poggi (L), Guglielmetti 1, Albertini, Cabrini, Magno, Vespari.

venerdì 3 dicembre 2010

Pavidea - Properzi Volley LO

Torna tra le mura amiche del PalaMagni la Pavidea che cercherà di approfittare del turno interno contro la Properzi Volley Lodi (inizio ore 20,30) per cancellare la sconfitta di sette giorni fa a Genova.

Contro Lodi non sarà certo semplice trovare il riscatto, dato che le lombarde sono un’ottima formazione, completa in ogni reparto, una squadra che dopo un avvio non brillantissimo sta recuperando terreno di giornata in giornata e proprio sabato scorso ha agganciato la Pavidea a quota 14 punti in graduatoria per la terza piazza virtuale.

Contro le liguri della Normac, la formazione valdardese ha giocato sabato scorso una pessima gara: le rossoblu sono state troppo remissive, concedendo un vantaggio alle padrone di casa che hanno preso fiducia non permettendo alla Pavidea di reagire, e la panchina corta a causa dell’infermeria piena ha privato Mazzola dei cambi complicando ulteriormente le cose.

Direi che la squadra ha voglia di rivincita – conferma capitan Cavallaro - e di dimostrare quello che vale perchè non si riconosce nella partita giocata sabato scorso.I tanti infortuni e la stanchezza forse accusata da alcune non sono sicuramente un alibi per la sconfitta, più che altro per come è stata rimediata, ma proprio da questo momento di difficoltà dobbiamo capire che la nostra forza è la grinta e la voglia di non mollare sia in allenamento che in partita e solo giocando con tanta determinazione potremo raggiungere gli obiettivi sperati e toglierci altre soddisfazioni.

Nel frattempo l’infermeria rossoblu si sta svuotando: in settimana infatti c’è stato il graduale rientro in gruppo di Magno dopo l’infortunio muscolare patito tre settimane fa, e la banda siciliana sarà sabato a disposizione di Mazzola, anche se probabilmente non verrà rischiata dall’inizio.

Migliorano anche le condizioni delle altre due lungodegenti rossoblu: Albertini e Guglielmetti proseguono il lavoro differenziato intensificando il recupero, e la prima dovrebbe essere a completa disposizione dello staff valdardese già la prossima settimana. Per Guglielmetti i tempi si allungano un pochino, poiché si tratta di perfezionare oltre al recupero dall’infortunio al tendine d’Achille anche il lavoro atletico per raggiungere una condizione ottimale che i mesi di inattività forzata hanno cancellato.

La formazione che dovrebbe quindi scendere inizialmente in campo dovrebbe vedere Ronchetti in regia, Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Brigati in banda, Guccione e Ghisolfi al centro con Poggi libero. A disposizione Cabrini, Magno e Vespari.