venerdì 30 ottobre 2009

Riso Scotti Pavia vs PavideaTal

Per la settima giornata del campionato nazionale di serie B2 femminile la PavideaTal è chiamata a dare continuità ai propri risultati sul campo di Villanterio (inizio ore 18,30), contro le giovani della Riso Scotti Pavia. Dopo la vittoriosa gara casalinga di sette giorni fa su Mondovì che ha permesso a Cavallaro e compagne di sopravanzare in classifica le stesse cuneesi, la PavideaTal deve consolidare la seconda piazza in graduatoria, per non perdere terreno nei confronti della capolista Lilliput.
Le condizioni di salute dell'infortunato tecnico Mazzola migliorano di giorno in giorno (il suo rientro in palestra è previsto a breve) e questo gli ha permesso di preparare gli allenamenti della settimana in maniera dettagliata.
In settimana, problemi fisici hanno condizionato la preparazione di alcune atlete rossoblu: Alletti è stata fermata da un attacco influenzale che le ha in pratica consentito di aggregarsi alla squadra solo venerdì; Guglielmetti è alle prese con una fastidiosa tendinite ad un gomito che ne ha limitato l'impiego in attacco in settimana; Albertini ha patito il riacutizzarsi di una infiammazione alla spalla destra, mentre Poggi lamenta un fastidio ad un ginocchio che ne limita l'impiego, e che verrà sottoposto a controlli nei prossimi giorni.
Giovedì la PavideaTal ha sostenuto un'amichevole a Ostiano, contro la locale formazione della Pomì Casalmaggiore. Al di là del "rocambolesco" 4-1 subito, la PavideaTal ha espresso, almeno nei primi tre parziali, un buon gioco e una buona tensione di gara: molto buone le prove di Cavallaro, Ronchetti e dei due centrali Corradi e Guglielmetti. Nei due set finali il duo Menta-Maserati ha dato ampio spazio a tutta la rosa, con molti cambi e con molti equilibri alterati. Le giovani rossoblu hanno avuto alcune difficoltà di assestamento ma hanno mostrato buone reazioni, facendo vedere ottime cose in tutti i reparti. Bene in questo senso Brigati, impiegata come attaccante ricevitore, che si è ben disimpegnata in seconda linea e ha mostrato la solita potenza in attacco.
Il test di giovedì è stato quindi positivo per tenere alta la concentrazione delle atlete valdardesi che sabato, contro una formazione giovane e nuova del campionato dovranno partire subito a mille, per non permettere alle avversarie di giocare sulla grinta e l'entusiasmo, armi tipiche delle squadre come la Riso Scotti. La PavideaTal dovrà quindi presentarsi a Villanterio decisa, e dovrà avere un approccio alla gara grintoso e aggressivo, per non concedere nulla alle avversarie.
La PavideaTal dovrebbe scendere in campo con Ronchetti in regia e Amasanti opposta, Cavalaro e Prazzoli in banda, Corradi e Guglielmetti al centro, con Testa libero.

domenica 25 ottobre 2009

PavideaTal - LPM Pall. Mondovì 3-1

Operazione sorpasso riuscita per la PavideaTal che, nella sesta giornata del campionato di pallavolo di serie B2 femminile, batte il Mondovì con il punteggio di 3-1, supera la compagine piemontese in classifica e si porta in seconda posizione.
Ancora senza il tecnico Mazzola (probabile un suo ritorno in palestra tra una decina di giorni) le valdardesi guidate da Fausto Matio hanno disputato un'ottima gara, mostrando un'ottima qualità, intensità, grinta e concentrazione.
Scesa in campo con il sestetto ormai consueto, con Ronchetti al palleggio e Amasanti sulla sua diagonale, Cavallaro e Prazzoli in banda, Corradi e Guglielmetti al centro con Testa libero, la PavideaTal parte subito in svantaggio, ma grazie ad un efficace turno al servizio di Ronchetti riesce a colmare il break e lotta punto a punto con le avversarie fino al 17 pari. Mondovì è un'ottima formazione, dotata fisicamente e preparata tecnicamente: le attaccanti piemontesi, ben smarcate dalla forte palleggiatrice Beraudo, non danno riferimenti al muro delle padrone di casa che non riescono più a reagire, subiscono un parziale di 8-1 e regalano di fatto il set alle ospiti.
Ronchetti e compagne non vogliono rischiare e cercano subito una reazione scendendo in campo nel secondo parziale con maggiore concentrazione e determinazione. Le rossoblu prendono subito un vantaggio di 5-1, la correlazione muro-difesa funziona alla perfezione e, nonostante il palleggiatore ospite porti spesso le proprie attaccanti a confrontarsi con il muro a uno delle valdardesi, nel campo di casa la palla fatica a cadere. Sul 19-10 Mondovì non ci crede più, la PavideaTal non spreca nemmeno un attacco e giocando con un mix di astuzia, tecnica e potenza, chiude il parziale sul 25-16.
Riaperta la gara, sul punteggio di 1-1 il terzo parziale è fondamentale e la PavideaTal sfrutta il momento di sbandamento delle avversarie per piazzare la stoccata vincente. Il servizio in casa PavideaTal è il primo fondamentale che fa la differenza e la ricezione delle piemontesi vacilla sotto le precise battute delle valdardesi: la palleggiatrice ospite cala vistosamente insieme alla ricezione della propria squadra e consente al muro di Corradi, davvero superlativa in ogni fondamentale, di prendere le misure agli attacchi avversari. Con una difesa sempre ben piazzata, la PavideaTal si aggiudica questo set fondamentale con il netto parziale di 25-13.
Di nuovo in vantaggio nel computo dei set le ragazze della PavideaTal commettono l'errore di sottovalutare le proprie avversarie e partono nel quarto parziale con un break di svantaggio. A quota 6 agganciano il Mondovì con il solito efficace turno al servizio di Ronchetti. Il set procede punto a punto, e il Mondovì allunga sul 23-21 sfruttando alcuni errori della PavideaTal, che rischia più del dovuto in attacco. Le padrone di casa però non si arrendono, e sul turno di servizio di Cavallaro costruiscono rimonta e sorpasso: sul 23 pari, in particolare, uno spettacolare muro ad una mano di Corradi e un ace di Cavallaro fanno esplodere l'urlo di gioia della PavideaTal, che regala ai propri numerosi sostenitori l'ennesima soddisfazione di questo inizio stagione.
Da elogiare in casa PavideaTal la prestazione complessiva della squadra, il grande spirito di gruppo,la preparazione della gara e la gestione dalla panchina, che uniti alle doti tecniche e all'ottima base di lavoro impostata dal tecnico Mazzola, ripresa in settimana dai suoi sostituti Murelli e Bruno, stanno portando le valdardesi a grandi risultati.

(18-25 / 25-16 / 25-13 / 25-23)
Ronchetti, Amasanti, Cavallaro, Prazzoli, Corradi, Guglielmetti, Testa (L), Alletti, Albertini, Brigati, Scapuzzi, Poggi.

venerdì 23 ottobre 2009

PavideaTal vs LPM Pallavolo Mondovì

Torna a giocare sul campo di casa la PavideaTal che sabato, alle ore 20.30, affronterà al PalaMagni di Fiorenzuola la seconda forza del girone, la LPM Pallavolo Mondovì.
Sarà ancora assente il tecnico Mazzola, la cui ripresa dal grave incidente di quindici giorni fa, continua in maniera molto positiva, tanto da lasciar prevedere un suo ritorno in breve tempo. Gli allenamenti, preparati da Mazzola stesso, sono stati affidati a Claudio Murelli, direttore tecnico ArdaVolley e, nel limite del possibile da Massimo Bruno, tecnico del Cadeo Volley di serie C, seconda squadra Ardavolley. In panchina come primo allenatore siederà ancora Fausto Matio, allenatore dell'under 14 rossoblu.
Conoscendo il valore delle avversarie, Mazzola, grazie anche al miglioramento delle proprie condizioni fisiche, ha voluto dare allo staff che lo sta sostituendo numerose indicazioni, sia sugli allenamenti da svolgere in settimana, sia sulla gestione tattica della gara.
Vera Ronchetti capitano nella sfida alle piemontesi è ottimista per il confronto di sabato: "La partita che andiamo ad affrontare è molto importante, rappresenta uno scontro diretto, e si sa, sono questi gli incontri che più contano. Psicologicamente la squadra sta bene, sapere che il nostro allenatore sta migliorando, ci da fiducia. Al tempo stesso stiamo lavorando bene in palestra, grazie all'aiuto di Massimo, perciò sono convinta che sabato saremo pronte e scenderemo in campo molto decise."
Mondovì è una squadra fisicamente ben dotata, con tre giocatrici molto alte, e con individualità tecniche di rilievo. Sarà una gara difficile per capitan Ronchetti e compagne, che dovranno dar fondo al loro bagaglio tecnico e alla loro esperienza, per imporre il fattore campo, e puntare al sorpasso di Mondovì in classifica.
In settimana alcuni attacchi influenzali hanno sensibilmente condizionato la preparazione della PavideaTal:
ha dovuto infatti fermarsi Corinna Poggi e Valentina Prazzoli, pur allenandosi regolarmente, convive ancora con gli strascichi dell'influenza della scorsa settimana.
Il sette che scenderà inizalmente in campo dovrebbe comunque essere quello di sabato scorso con Ronchetti in regia e Amasanti opposta, Cavallaro e Prazzoli attaccanti ricevitori, Corradi e Guglielmetti al centro, con Testa libero.

domenica 18 ottobre 2009

Chieri ’76 Carol's To vs PavideaTal 2-3

La prima lunga trasferta del campionato sorride alla PavideaTal che torna da Chieri con due ottimi punti in tasca, frutto di una gara tirata, lunga 5 intensi set.
Prive del tecnico Mazzola, in lenta ripresa dal grave incidente di sette giorni fa, le rossoblu sono scese in campo con il consueto sestetto: Ronchetti in regia e Amasanti sulla diagonale, in banda Cavallaro e Prazzoli (recuperata da un attacco influenzale che l'aveva fermata venerdì), Corradi e Guglielmetti al centro, con Testa libero.
L'avvio di gara vede la partenza arrembante delle valdardesi che, consapevoli di giocare su un campo molto difficile, forzano il servizio mettendo in difficoltà le ricevitrici avversarie. Chieri è costretto ad un gioco prevedibile, e può attaccare solo con le forti ali Burzio e Bottini. Il muro PavideaTal inizia a prendere le misure sulle attaccanti avversarie e la correlazione con la difesa funziona alla perfezione. Un piccolo calo nella parte finale del set fa riavvicinare le padrone di casa, ma Ronchetti e compagne non si fanno sorprendere e sono brave a chiudere 25-22.
Chieri non ci sta e cerca da subito di riaprire la gara: la battuta inizia a diventare l'arma in più delle piemontesi, che mettono sotto pressione la seconda linea PavideaTal. Ronchetti ha a disposizione una ricezione poco precisa, i centrali non riescono più ad attaccare e le bande rossoblu faticano contro l'alto muro avversario sempre piazzato. Il gap si fa consistente e Chieri si trova avanti 18-22 quando il duo Menta-Maserati manda in campo Alletti per Prazzoli e Brigati per Amasanti. Le due neo entrate suonano la carica e sulla battuta di Guglielmetti la PavideaTal rimonta punto su punto e porta le avversarie ai vantaggi. Due disattenzioni però costano il set alle valdardesi che si arrendono 26-24, vanificando una bella rimonta.
Sull' 1-1 le rossoblu devono rifare tutto daccapo: ripartite con il sestetto di fine secondo set, non riescono però a proporre un gioco fluido e si trovano di nuovo a rincorrere. Al primo time-out tecnico le fiorenzuolane sono sotto 8-4: cercano di forzare il servizio ma i numerosi errori dalla linea dei nove metri non permettono di creare difficoltà al gioco avversario. Sotto 19-13 la palleggiatrice Ronchetti, supportata da una ricezione in crescita, riesce a far giocare molto di più i centrali, vera spina nel fianco della difesa di Chieri che non riesce mai a prendere il tempo sulle fast di Guglielmetti e sui primi tempi di una ottima Corradi. Con il turno della stessa Corradi alla battuta, le valdardesi completano una fantastica rimonta, e chiudono 25-22 infliggendo alle avversarie un parziale di 12-3.
Nel quarto set un evidente e pericoloso calo di concentrazione porta le avversarie a condurre da subito e portarsi dapprima sull'8-4 e successivamente sul 16-9. La luce sembra essersi spenta in casa PavideaTal: la ricezione subisce l'aggressività delle piemontesi che sfruttano il fattore campo per forzare il servizio e creare difficoltà alla distribuzione del gioco rossoblu. Anche la costruzione delle azioni più semplici diventa un'impresa per una PavideaTal troppo fallosa che cede il parziale alle padrone di casa.
Per decidere la partita è necessario il tie-break che vede la PavideaTal rientrare in campo con il sestetto di inizio gara. Ronchetti e compagne non vogliono rischiare e partono con piglio ben diverso dal set precedente giocando punto a punto fino al nove pari, quando Corradi sale in cattedra e con i suoi primi tempi trascina le compagne alla vittoria.
Claudia Guglielmetti, centrale della PavideaTal commenta così il risultato della gara contro Chieri: "L'assenza di Enrico (Mazzola) si è fatta sicuramente sentire, ma l'unione della squadra ci ha permesso di sopperire ai numerosi errori gratuiti, dovuti più che altro alla tensione per questa situazione che ci vede indubbiamente in emergenza. I due punti sono comunque ottimi su un campo difficile come quello di Chieri, dove credo tante squadre faticheranno."

(22-25 / 26-24 / 22-25 / 25-14 / 13-15)

Ronchetti 4, Amasanti 7, Corradi 18, Guglielmetti 7, Cavallaro 16, Prazzoli 8, Testa L,Brigati 5, Alletti 5, Scapuzzi, Albertini ne, Poggi ne

venerdì 16 ottobre 2009

Pavideatal alla prima lunga trasferta della stagione

Il quinto turno del campionato di serie B2 femminile, vede la PavideaTal in trasferta contro il Carol's 76 seconda squadra di Chieri dietro la formazione di serie A2.
Le valdardesi saranno ancora prive dell'allenatore Mazzola, vittima di un serio incidente sabato scorso, il cui recupero procede positivamente, anche se molto lentamente, data la gravità delle ferite riportate dal tecnico lodigiano.
In settimana la direzione tecnica degli allenamenti è stata affidata ad un allenatore di casa Ardavolley, Massimo Bruno, già secondo in PavideaTal fino alla scorsa stagione, ed oggi alla guida del Cadeo Volley.
Le giocatrici rossoblu hanno capito la difficoltà del momento che stanno affrontando e si sono allenate con impegno crescente per cercare di non vanificare il lavoro svolto fino ad ora e per poter dare una motivazione in più alla pronta ripresa del loro allenatore.
Annullate le amichevoli programmate in settimana si è preferito lavorare sulla squadra per consolidare alcuni equilibri nel sestetto rossoblu, che sicuramente sarà messo a dura prova nella lontana trasferta in Piemonte.
Vera Ronchetti, capitano PavideaTal nella gara contro Chieri, spiega così questa settimana atipica della sua squadra: "La partita di sabato sarà molto difficile da affrontare mentalmente: l'assenza del tecnico Mazzola si farà sentire, ma dovremo continuare a guardare avanti mettendo in pratica tutto il lavoro che il nostro coach ha fatto fino ad ora. Abbiamo cercato di preparare al meglio la gara e già dall'inizio della settimana siamo riuscite a mettere in pratica durante l'allenamento situazioni che ripropongono le caratteristiche del gioco avversario, perciò siamo fiduciose per la gara di sabato."
Ronchetti e compagne affronteranno un Chieri che sarà in cerca di riscatto dopo il tie-break perso a Bresso. Le piemontesi faranno certamente pesare il fattore campo: il palazzetto di Chieri è notoriamente caldo e i tifosi molto appassionati.
Le torinesi avversarie della PavideaTal sono squadra nuova del campionato e sono un mix di giocatrici più giovani e di atlete più esperte: fanno parte della rosa la palleggiatrice Merlotti e l'opposto Bottini, ex giocatrici della formazione di Chieri che scalò le categorie fino alla serie A.
La PavideaTal sabato sarà guidata in panchina dal duo Menta-Maserati (sarà infatti assente anche Fausto Matio che lo scorso sabato aveva sostituito Mazzola) che schiererà in avvio Ronchetti in regia con Amasanti sulla diagonale, Prazzoli e Cavallaro in banda, Corradi e Guglielmetti al centro con Testa libero.

domenica 11 ottobre 2009

PavideaTal vs Normac GE 3-0 ( 25-18 / 25-21 / 25-16 )

La PavideaTal continua la sua marcia nel campionato di serie B2 femminile, dove con il secondo 3-0 consecutivo liquida la Normac Genova e si porta al secondo posto in classifica in coabitazione con Mondovì.
Anche se sulla carta i parziali risultano netti la gara non è stata semplice per la formazione valdardese. Cavallaro e compagne, orfane nella gara odierna del tecnico Mazzola, vittima di un incidente che non gli ha consentito di essere presente alla partita, sono state guidate in panchina dal tednico delle giovanili Fausto Matio. L'approccio alla gara non è stato quindi semplice per le atlete rossoblu che hanno dovuto ricercare una situazione di equilibrio imposta dall'assenza dell'allenatore che le ha seguite dall'inizio dell'anno.
Il primo set si gioca tutto sulla battuta: la PavideaTal forza il servizio per sfruttare il fattore campo e nonostante i numerosi errori riesce a mettere in difficoltà le ospiti e a prendere un break di vantaggio sul 15-11. Le liguri non mollano ma il gap subito e la fallosità in attacco non consentono di rimontare la formazione di Fiorenzuola che allunga e si aggiudica il parziale 25-18.
Il secondo parziale inizia sulla falsa riga riga del primo, con le rossoblu che tirano la battuta ottenendo buoni risultati. Una Cavallaro in gran spolvero, ben servita da una più che positiva Ronchetti trascina le compagne fino al 23-16. La PavideaTal vede il traguardo del secondo set a portata di mano e si rilassa, commettendo errori sulle palle semplici. Le avversarie ne approfittano e si riportano sotto fino a quota 20. Le rossoblu non vogliono rischiare, ritrovano la giusta concentrazione e chiudono 25-21 con una bella fast di Guglielmetti.
Nel terzo parziale le liguri provano a riaprire la partita, ma con scarsi risultati: la PavideaTal, messa sotto pressione reagisce in maniera immediata, sfoderando la superiorità tecnica e la maggiore esperienza allungando subito 8-4. Al secondo time-out tecnico le avversarie sono molto lontane, 16-7, e di nuovo un calo di concentrazione permette alle genovesi di aggiungere qualche punto al tabellino. La distanza tra le due formazioni però è ormai troppo grande, la PavideaTal chiude set e incontro con un perentorio 25-16.
La partita non ha sicuramente offerto grandi spunti tecnici, ma la nota positiva, in una serata complicata, viene dalla maturità che ha saputo esprimere la squadra di casa. La PavideaTal si consolida sempre di più e si dimostra una squadra affidabile, capace di non sottovalutare gli avversari meno dotati ed esperti, evitando rischi inutili in gare sulla carta semplici.

venerdì 9 ottobre 2009

PavideaTal vs Normac AVB Genova

Dopo due turni giocati in trasferta la PavideaTal torna sul campo di casa del PalaMagni di Fiorenzuola, dove sabato alle ore 20,30 affronterà la Normac AVB Genova.
La formazione di Mazzola, allenatore rossoblu, è chiamata a dare seguito alle buone prove di Milano e Monza, dimostrando di essere in continua crescita. La fluidità di gioco e la consapevolezza nei propri mezzi viste nelle ultime giornate saranno fondamentali anche per ristabilire il fattore campo, venuto meno nella prima giornata, quando il neo-promosso Alessandria costrinse Cavallaro e compagne alla resa.
Le prossime avversarie delle rossoblu sono una delle tante formazioni nuove di questo campionato, vengono da due sconfitte nelle prime due giornate e da una vittoria per 3-0 nell'ultimo turno. Sono quindi una formazione in crescita, che gioca molto sulla grinta e l'approccio aggressivo alla gara.
"Mi aspetto di affrontare una formazione che sull'onda dell'entusiasmo arriverà a Fiorenzuola avida di punti e pronta a dare battaglia" - afferma Vera Ronchetti, vice-capitana delle valdardesi nella gara di sabato - "Per noi non sarà una partita facile," - continua Vera - "dovremo giocare con la massima concentrazione e determinazione, per cercare di esprimere il buon gioco delle ultime settimane. Credo che questo sarà il modo per affrontare nella migliore condizione il Genova."
In settimana la PavideaTal ha affrontato in amichevole la formazione di serie C dell'Emmezeta Piacenza. In questo modo il tecnico Mazzola ha potuto, tra le altre cose, valutare lo stato di forma delle atlete finora meno impegnate nelle gare di campionato, e verificarne lo stato di forma e la tenuta per gran parte della gara.
Anche in questa settimana un piccolo infortunio ha frenato una delle atlete rossoblu: Valentina Prazzoli ha stretto i denti e si è allenata regolarmente nonostante una lieve distorsione alla caviglia patita in allenamento ad inizio settimana. La schiacciatrice valdardese ha ancora dolore e si valuterà solo all'ultimo se impiegarla fin dall'inizio della gara con Genova, anche per non rischiare conseguenze peggiori e assenze più lunghe.
La formazione che scenderà in campo sabato dovrebbe essere quella vista sabato scorso a Monza, con Ronchetti in regia e Amasanti sulla sua diagonale, in banda Cavallaro e Prazzoli, con Alletti in preallarme, Corradi e Guglielmetti al centro con Testa libero.

mercoledì 7 ottobre 2009

PavideaTal magazine

Ottimo esordo del Magazine di Pavideatal che con il numero zero, ad oggi, ha ricevuto oltre 1300 visite piazzandosi al 7° posto tra le riviste italiane di sport ed al 63° posto fra le riviste di tutto il mondo pubblicate su ISSUU.COM
Fra pochi giorni arriverà il nuovo numero, lo potrete leggere sempre su
www.issuu.com/pavideatal

domenica 4 ottobre 2009

Pall.Rondò Muggiò - PavideaTal 0-3 (21-25/19-25/21-25)

Nella terza giornata del campionato di pallavolo femminile serie B2, la PavideaTal ha fatto visita per la seconda trasferta consecutiva alla Pallavolo Rondò Muggiò, seconda squadra del consorzio VeroVolley, ed è tornata da Monza con i tre punti e alcune certezze in più.
Recuperata all'ultimo la palleggiatrice Ronchetti, che ha superato i problemi dovuti alla contusione alla mano rimediati in amichevole giovedì, il tecnico valdardese Mazzola ha così potuto schierare la ormai consueta formazione, con Amasanti opposta, Cavallaro e Prazzoli in banda, Guglielmetti e Corradi al centro, con Testa libero.
L'inizio di gara ha ritmi bassi, le brianzole sembrano voler rallentare il gioco e le rossoblu si adattano. Al primo time out tecnico Cavallaro e compagne sono comunque avanti 8-4, più per i molti errori delle avversarie che per un gioco spumeggiante.
Le azioni diventano più lunghe e confuse, entrambe le squadre giocano con poca tecnica, e a pagare è soprattutto le PavideaTal che subisce il ritorno del Muggiò che si porta a meno due dalle valdardesi. Le ragazze di Mazzola vedono però la possibilità di chiudere il set, e senza sprecare mettono a frutto la maggiore esperienza rispetto alle padrone di casa e si aggiudicano il parziale 25-21.
Il secondo parziale vede la buona partenza della PavideaTal che si porta subito avanti 10-4. Le avversarie cercano nuovamente di imporre ritmi bassi, e con un gioco fatto di molte palle sporche attaccate sul muro rossoblu provano a riportarsi sotto. La PavideaTal gioca sciolta e in controllo, Ronchetti ha a disposizione una buona ricezione, nonostante il Muggiò forzi parecchio il servizio, e può distribuire il gioco su tutte le attaccanti che rispondono mantenendo buone percentuali. Le padrone di casa non riescono a rimontare dal 19-10 e rimangono a distanza di sicurezza, la PavideaTal chiude la frazione a proprio favore 25-19.
Il terzo set è il più equilibrato della gara: Cavallaro e compagne capiscono di poter portare a casa i tre punti in modo agevole ed hanno un piccolo calo, che permette alle brianzole di prendere fiducia e di giocare punto a punto fino al primo time out tecnico. Grazie al muro la PavideaTal riesce a staccare le avversarie prendendo vantaggio fino al 15-11. Dopo l'accelerazione decisiva le ragazze di Mazzola sfruttano il break per chiudere il parziale senza troppi affanni sul 25-21.
Per la PavideaTal è stata una gara positiva, ma non per questo semplice: le avversarie pur commettendo errori per inesperienza hanno cercato di approfittare di ogni passo falso delle valdardesi che si sono impegnate per condurre la gara dall'inizio alla fine.
"E' stata una bella partita - conferma Valentina Prazzoli, attaccante della PavideaTal - siamo sempre state avanti lasciando il Muggiò ad inseguire in tutti i parziali. Abbiamo battuto bene e abbiamo commesso pochi errori: in questo modo le nostre avversarie non hanno mai potuto rimontarci."
La PavideaTal dimostra di partita in partita una crescente consapevolezza nei propri mezzi: i nuovi assetti di gioco, dovuti alla nuova fisionomia della squadra, stanno creando nuovi equilibri; contro Muggiò il gioco è risultato più distribuito e le soluzioni meno prevedibili. Certo ci sono ancora aspetti da affinare nella stagione appena iniziata, ma la crescita generale vista dalla prima giornata ad oggi è un buon segno in vista dei prossimi impegni di campionato.

Ronchetti 6, Amasanti 11, Cavallaro 10, Prazzoli 10, Guglielmetti 7, Corradi 8, Testa (L), Scapuzzi, Albertini, Brigati ne, Alletti ne, Poggi ne.

venerdì 2 ottobre 2009

PavideaTal, a Muggiò per confermarsi

Seconda trasferta consecutiva per la PavideaTal che dopo la gara in quel di Milano di sette giorni fa, sabato, alle ore 17,30 sarà di scena a Monza, contro il Muggiò.
La società brianzola è parte di un progetto pallavolistico di grandi dimensioni, il Vero Volley, consorzio di otto società che mira alla formazione di giovani pallavolisti, sia in ambito maschile che femminile, e che ha come massime espressioni due formazioni di serie B1. La formazione del Muggiò può essere considerata quindi la seconda squadra del settore femminile, ed è un mix di esperienza, dato dalle forti Gatti e Conte, e di giovani di buon livello, come il centrale Minchiotti, classe 1988 ma con alle spalle campionati di categoria superiore.
La PavideaTal si troverà a giocare su un campo non facile, dove la scorsa settimana il Villar Perosa ha lasciato i tre punti, sconfitto da un Muggiò in cerca di riscatto dopo la prima sconfitta all'esordio in campionato.
Per capitan Cavallaro e compagne la gara di sabato rappresenta un importante banco di prova, dove confermare i progressi mostrati contro la Pro Patria.
"La bella partita della settimana scorsa che ci ha permesso di guadagnare 3 punti preziosi - osserva Cavallaro - è stata sicuramente una iniezione di fiducia importante per il gruppo e dovrà servirci sabato per giocare più sciolte e determinate già dai primi punti. Sappiamo che Muggiò è una buona squadra, ma non credo sia ancora il momento di analizzare gli avversari quanto piuttosto di trovare il nostro equilibrio e assetto in campo, cercando di limare il più possibile gli errori e di giocare sempre con grinta e determinazione; su questi aspetti stiamo lavorando molto in palestra e sono sicura che miglioreranno di partita in partita".
Osservata speciale sarà quindi la continuità di gioco, per non subire quelle pause che tanto sono costate contro Alessandria, dove cali evidenti avevano costretto il palleggiatore Ronchetti a forzare le scelte di gioco solo su alcune attaccanti, con la logica conseguenza di perdere in imprevedibilità ed efficacia.
Giovedì l'allenatore rossoblu Mazzola ha testato la propria formazione in amichevole contro Pianengo (B2 girone B) ottenendo risposte positive da tutti i reparti.Unica nota negativa della gara l'infortunio alla mano per il palleggiatore Ronchetti: una forte contusione subita a muro la pone in forse per la gara di sabato, e si cercherà fino all'ultimo di recuperarla per metterla a disposizione di Mazzola.
La formazione che la PavideaTal schiererà in avvio dovrebbe quindi vedere Ronchetti al palleggio, con Scapuzzi pronta in caso di forfait del vice capitano rossoblu, Amasanti sulla diagonale, Cavallaro e Prazzoli in banda, Corradi e Guglielmetti al centro con Testa libero.