domenica 14 maggio 2017

GRAZIE DI TUTTO

Un altro anno è passato...volti che resteranno...volti che se ne andranno.. un inizio in sordina, un finale scopiettante!! Grazie di tutto, grazie per la Vs. serietà, impegno, grinta, grazie per le emozioni che ci avete regalato..a tutte l'augurio che possiate esprimervi, avere soddisfazioni, regalare emozioni ovunque sarete.. Un abbraccio a tutte Antonella

domenica 7 maggio 2017

SANDA VOLLEY MONZA - PAVIDEA ARDAVOLLEY FIORENZUOLA 0-3 (18-25 23-25 16-25)

Sanda Monza : Biraschi 11, Zanini 5, Tresoldi 1, Ronchetti (L), Passoni 5, Vannini, Guastella, Sbarollo 3, Lucarelli 2, Dal'Acqua 9. NE : Giardini, Marin, Rasori, Alberti. All.Brambilla. Pavidea Fiorenzuola : Donida 15, Cattaneo 11, Premoli 2, Messaggi 1, Tosi 6, Ermoli 4, Coti Zelati (L), Morelli 8, Vignola 2, Hodzic 3, Arpini, Scapuzzi.. NE : Riboni, Sfogliano. All.Marini. Termina nel migliore dei modi la stagione la squadra di Coach Marini centrando la sesta vittoria consecutiva in casa di un Sanda alla disperata ricerca di punti salvezza. Salvezza che arriverà comunque per la compagine brianzola in virtù della sconfitta 3-0 patita da Serteco Genova in casa del Brembo, risultato che condanna le liguri alla retrocessione per differenza set. Le biancorosse, nonostante il quinto posto in Campionato fosse matematico, non hanno lesinato impegno e grinta trovando le giuste motivazioni in settimana per allenarsi bene e concludere alla grande un Campionato ricco di soddisfazioni. Marini nell'ultima partita ha ruotato le giocatrici, cercando di dare minuti a chi durante l'anno aveva trovato meno spazio ed è stato ripagato dalla prestazione corale della squadra che ha vinto e convinto sul difficile parquet di Brugherio. 1.SET : le brianzole iniziano meglio gettando sul campo la loro disperazione, ma le biancorosse colmano immediatamente il gap e dopo il primo timeout tecnico piazzano un break importante firmato da Donida e Morelli. Vola 15-9 la Pavidea ma soffre il ritorno delle padrone di casa che forzano tanto al servizio evidenziando problemi di ricezione in casa Fiorenzuola e si riportano a 1 lunghezza 15-14. E' ancora Capitan Donida a firmare il nuovo allungo biancorosso con un attacco da seconda linea, poi Tosi graffia due volte a muro e in attacco. Una fast di Morelli porta al primo set point che viene sfruttato immediatamente dalle biancorosse con un ace di Marina Cattaneo, che zittisce il pubblico, numeroso e rumoroso, dell'impianto monzese. 25-18 2.SET : Dopo pochi scambi Hodzic dà forfait per un risentimento al polpaccio che da qualche mese la tormenta ed entra Francesca Ermoli, che il coach in settimana ha visto in confortante crescita di condizione dopo il brutto infortunio patito contro Serteco alla caviglia. Parte forte la squadra di Marini, con Cattaneo implacabile a muro e Donida che prosegue il suo show in attacco. 8-5 Fiorenzuola. Le ragazze di casa ci provano in ogni modo ma il divario è evidente e ad ogni tentativo di riavvicinamento le biancorosse pigiano sull'acceleratore e scappano di nuovo. 16-11 per le biancorosse al secondo timeout tecnico. Sale in cattedra Ermoli nel finale di set con 3 attacchi vincenti (di cui uno al termine di uno scambio spettacolare con difese e contrattacchi che strappano applausi sinceri). Sul 22-17 la Pavidea tira il freno a mano un po' troppo presto e le ragazze di Coach Brambilla provano a riagganciare il set. Arrivano fino al 23-24 ma Elena Donida è implacabile e firma il punto set sfruttando il muro avversario piazzato male con il più classico dei mani-e-fuori. 25-23 3.SET : Padrone di casa moralmente a terra e terzo set che dopo pochi scambi sembra già segnato. Marini concede giusti spazi a Messaggi, Scapuzzi, Arpini e Premoli che non deludono. Da cineteca il 9-4 firmato da Ermoli da seconda linea, Cattaneo con le fast fa i buchi per terra senza che mai le avversarie riescano a prendere le contromisure. Vignola in regia, a conferma degli enormi miglioramenti fatti in corso di stagione, varia con sapienza il gioco in attacco, piazza ace e si fa valere anche a muro sporcando un'infinità di palloni. Lo speaker annuncia dagli altoparlanti della sconfitta 3-0 patita da Serteco a Brembo che significa salvezza matematica per il Sanda. Festa sugli spalti. Il finale è in discesa per le biancorosse, Messaggi firma un muro a uno bellissimo, Premoli si iscrive a referto con un attacco vincente e dopo 3 match point sprecati, un fendente ancora di Premoli decreta la fine del match con il punteggio di 3-0 (ultimo set 25-16). Meritano un sentito applauso queste ragazze per aver onorato fino all'ultima palla un Campionato iniziato male, ma poi sistemato alla grande in corso d'opera arrivando a ridosso delle prime a pochi punti dai playoff. Si dovrà ripartire da qui, senza smembrare un gruppo solido, affiatato, che con i giusti, pochi e mirati, ritocchi potrà recitare un ruolo da protagonista nella prossima stagione. E si ripartirà da Coach Marini, confermato alla guida della squadra, allenatore di poche parole ma con un grande cultura del lavoro (che ha trasmesso a tutta la squadra), migliorandola in tutti i fondamentali. Seguiteci, ci divertiremo assieme.

mercoledì 3 maggio 2017

SANDA VOLLEY vs. PAVIDEA ARDAVOLLEY

Archiviato uno splendido derby vinto contro l'Alsenese di Patron Stiliano e Coach Scaltriti, la Pavidea Ardavolley Fiorenzuola affronta l'ultima partita della stagione, in trasferta, contro il Sanda Volley. Se da un lato la classifica per le valdardesi non potrà più cambiare matematicamente (si arriverà quinti in ogni modo visti i 4 punti di svantaggio dalla quarta e i 4 di vantaggio sulla sesta), c'è la voglia di chiudere al meglio un Campionato che ha visto una crescita costante della squadra allenata da Marini. Rispetto al Girone d'andata le biancorosse hanno totalizzato 5 punti in più e se si guardasse la classifica del solo Girone di Ritorno le fiorenzuolane sarebbero in piena lotta per i playoff. Qualche rammarico c'è per alcuni punti buttati al vento (sconfitta a Genova contro Serteco su tutte) ma rimane la soddisfazione di aver creato uno splendido gruppo che pian piano si è trasformato in un'ottima squadra. La ciliegina sulla torta, per finire in bellezza, sarebbe centrare la sesta vittoria consecutiva, ma non sarà un compito semplice, le ragazze troveranno un avversario affamato di punti attualmente appaiato in classifica alla Serteco Genova in quart'ultima posizione. Le lombarde solo vincendo hanno la certezza di salvarsi e si affideranno alle loro giocatrici più rappresentative, la palleggiatrice Tresoldi e le attaccanti Passoni e Biraschi per provare a staccare la Serteco impegnata a Brembo. Rispetto al girone d'andata le lombarde hanno totalizzato 5 punti in meno, spiegabile anche con le defezioni patite in corso d'opera di due giocatrici importanti come Marin e Giardini. La Pavidea Ardavolley non regalerà nulla, anche per rispetto del codice deontologico sportivo e cercherà di conquistare gli ultimi 3 punti in palio per festeggiare al meglio e cominciare a programmare la prossima stagione.

domenica 30 aprile 2017

PAVIDEA ARDAVOLLEY FIORENZUOLA - CONAD ALSENESE 3-1 (25-22 20-25 25-20 25-22)

Fiorenzuola : Donida 13, Cattaneo 15, Tosi 22, Coti Zelati (L), Morelli 6, Vignola 3, Hodzic 19, Scapuzzi. NE : Ermoli, Sfogliano, Riboni, Messaggi, Arpini, Premoli. All. Marini. Alsenese : Pesce 12, Fanzini 14, Amasanti 18, Canossini, Losi 3, Gandolfi (LL), Faccini, Ghisolfi 7, Rovellini 7, Gorreri (L). All. Scaltriti/Piccoli. ( Fiorenzuola : Battuta 11pt 8err - Muri: 5 - Ricezione pos: 64% - Attacco: 35% ) ( Alsenese : Battuta 4pt 5err - Muri: 13 - Ricezione positiva: 51% - Attacco: 33% ) Palazzetto gremito in ogni ordine di posti, pubblico festoso e rumoroso, spettacolo dentro e fuori dal campo. Un derby da ricordare, dove per primo ha vinto il volley. La squadra di casa reduce da 4 vittorie consecutive voleva dare continuità di risultati e finire in crescendo una stagione iniziata male, ma aggiustata in corsa, grazie al lavoro di un allenatore che fa del lavoro duro in palestra un dogma. Poche parole, tanta pallavolo e i miglioramenti gli hanno dato ragione. Dall'altra parte l'Alsenese voleva centrare una vittoria di prestigio, dopo un girone di ritorno di alti e bassi, che hanno vanificato lo splendido girone d'andata che avevano concluso in vetta solitari. Ne è uscito un derby emozionante, fatto di tante prodezze ma anche di tanti errori, ma soprattutto dalle mille emozioni. A giovarne è stato il pubblico che si è divertito, ha tifato, ha partecipato e alla fine ha accomunato le due squadre con un applauso scrosciante per lo spettacolo offerto. PRIMO SET : la tensione blocca le giocatrici che iniziano a suon di errori e sono soprattutto le ragazze di Marini a regalare punti. Alseno scappa 7-2. Hodzic dall'alto dei suoi 187 centimetri comincia a carburare e fa male soprattutto da posto 2. Un ace di "treccianera" Morelli porta alla prima parità a quota 12. Equilibrio che prosegue con le percentuali in attacco che cominciano a migliorare. 18 pari dopo un recupero incredibile di Gorreri (fantastica anche oggi la sua prestazione in difesa). Hodzic però è un incubo e vince nettamente il duello con l'opposto avversario. Piazza due bombe consecutive che permettono alla Pavidea Ardavolley di prendere quel vantaggio che si rivelerà decisivo. Sul 23-22 ancora un punto di potenza della giovame mancina croata dalla seconda linea e sul set point è un ace di Tosi che decreta il 25-22 finale. SECONDO SET : il set ricalca il clichè di quello precedente e Alseno arriva al primo time out tecnico avanti 7-4 grazie a 4 punti consecutivi di Pesce, sempre molto brava a cercare, e trovare, le mani del muro avversario. Prova a ricucire lo strappo la squadra di Marini e Donida suona la carica realizzando 3 punti in un amen riportando le compagne a contatto 12-11. Ancora Pesce a firmare il nuovo allungo Alseno, subito cancellato da Cattaneo a suon di fast e primi tempi. Hodzic con un insolito pallonetto firma il primo vantaggio del set per Fiorenzuola 17-16. Fanzini sale in cattedra e trova spesso i pertugi giusti tra le mani del muro biancorosso e firma un break sanguinoso portando le gialloblu avanti 21-18. A chiudere il set a favore delle ospiti sono 4 muri consecutivi di Rovellini e Losi, con il derby che torna in perfetta parità. 25-20 Alseno. TERZO SET : le ragazze di Marini entrano in campo col piglio giusto e scappano subito in avvio trascinate da Tosi e Donida. 8-3 Fiorenzuola al primo timeout tecnico. Amasanti ci prova ma è marcatissima e fatica a trovare soluzioni vincenti, per cui le gialloblu si affidano soprattutto a Caterina Fanzini per provare a recuperare il gap. Niente da fare, le biancorosse sono determinate e non concedono nulla con Serena Tosi che mette in scena uno show di potenza e precisione. Vola la Pavidea 18-11 grazie anche al servizio di Vignola, come sempre insidioso. La palleggiatrice fiorenzuolana dopo un secondo set in ombra, ha la forza di reagire e nel terzo serve a meraviglia le proprie bande che vanno a nozze su palle spinte. Sul 21-13 Coach Scaltriti prova a cambiare qualcosa e Alseno torna sotto 19-23. Hodzic però firma un punto di importanza capitale guadagnando il primo set point che è sufficiente grazie all'attacco vincente di Tosi. 25-20 Fiorenzuola. QUARTO SET : il quarto set è splendido. Nessuna delle due squadre vuole mollare un centimetro e la contesa diventa meravigliosa, feroce. Si vedono recuperi e difese incredibili, attacchi di rara potenza e precisione e il pubblico è in visibilio. Coti-Zelati e Gorreri, i liberi delle due squadre, danno spettacolo. Parte meglio Alseno con Amasanti che finalmente riesce a mettere per terra qualche attacco. Dall'altra parte prosegue lo show della miglior Tosi della stagione coadiuvata da Cattaneo implacabile a muro. Un muro di Ghisolfi su Morelli porta le alsenesi avanti 16-13 al secondo stop tecnico. Donida stampa un muro a uno ad Amasanti stupendo e Tosi con due diagonali da urlo firma il primo vantaggio Pavidea del set. 19-18. Ancora parità a 22 per un servizio in rete di Hodzic. Ma gli ultimi 3 punti sono tutti biancorossi : fast di Cattaneo al termine di uno scambio spettacolare, invasione di Amasanti e, come è giusto che sia, match point firmato da una pipe splendida della migliore in campo, Serena Tosi. 25-22. Applausi meritati per tutte le atlete in campo per aver dato vita a un derby vibrante. La Pavidea Ardavolley a questo punto finirà matematicamente al quinto posto, massimo obiettivo stagionale per una squadra giovanissima, da assemblare e plasmare che ha reagito splendidamente ad un inizo orribile. Nel Girone di ritorno le biancorosse hanno fatto 5 punti in più rispetto all'andata, hanno lottato e venduta cara la pelle contro chiunque perdendo forse qualche partita di troppo al tie-break, ma lottando sempre fino all'ultimo punto. Il bilancio è positivo, si sono create le basi per programmare un 2017-18 positivo, il gruppo è stato splendido e unito anche nel periodo buio e la società sempre vicina alle ragazze e allo staff tecnico. Rimane l'ultimo tassello prima del "rompete le righe" : finire in bellezza a Monza contro il Sanda.