lunedì 2 ottobre 2017

IL MONDIAL CARPI SI AGGIUDICA IL TORNEO DI CAMPAGNOLA

MONDIAL CARPI - PAVIDEA FIORENZUOLA 3-0 ( 25-20 25-17 26-24 ) Carpi : Corsi 3, Galli Venturelli F. 1, Faietti 17, Gennari 6, Bellentani 11, Campana 6, Galli Venturelli R., Fogliani (L), Foresti 9. NE: Marazzini, Fiorini, Donzelli. Fiorenzuola : Donida 12, Cattaneo 10, Ferrigno, Nicoli, Reverberi 2, Tosi 6, Ermoli 7, Coti Zelati (L), Morelli 4, Dalpedri 2. NE : Tonini, Gandolfi. E' la formazione modenese del Mondial Carpi ad aggiudicarsi, con merito, il Torneo di Campagnola (RE) vincendo la finale contro le ragazze di Coach Marini 3-0 al termine di un match giocato alla perfezione dalle modenesi e interpretato invece male dalle piacentine orfane di Tonini ferma per una lieve contrattura. 1.SET : Equilibrio iniziale tra le due squadre con Foresti pungente al servizio. Ribatte colpo su colpo la Pavidea soprattutto grazie a Marina Cattaneo che in fast è una sentenza. Avanti 8-7, Carpi opera l'allungo decisivo grazie all'ottima ricezione che permette alla palleggiatrice Galli Venturelli di variare il gioco e di usare tanto i centrali che fanno male al nostro muro sempre in ritardo nelle chiusure. 16-11 Carpi che vola fino a 21-14. Reazione delle biancorosse che si portano a -3 salvo poi cedere nel finale 25-20 ai colpi di una scatenata Faietti. 2.SET : Riesce tutto alle modenesi e nulla alle ragazze di Marini. Continuano ad imperversare i centrali Faietti e Bellentani e strappano applausi alcuni "incroci" giocati dalla Galli Venturelli. Pavidea poco efficace al servizio (dove fioccano tanti, troppi errori) e gioco facile per Carpi allungare 16-7, poi 21-13 e chiudere il set a 17 senza mai consentire il rientro delle piacentine. 3.SET : Pavidea Ardavolley che scende in campo con un piglio diverso e con la voglia di allungare il match. Finalmente la squadra di Marini diventa efficace dalla linea del servizio con Ermoli devastante (5 aces per lei) e Tosi insidiosa. Donida è la più continua tra le biancorosse e cerca di trascinare il gruppo. Fiorenzuola avanti 16-9, poi sul 20-15 un attacco, proprio di Donida, cade nel campo avversario, l'arbitro non se ne accorge fa proseguire il gioco e Campana chiude dalla seconda linea. Veementi proteste che però, come sempre, non servono a nulla se non ad innervosire ulteriormente le ragazze di patron Bargazzi che sbagliano le ricezioni successive permettendo al Carpi di rientrare nel set. Finale punto a punto e al secondo match point le modenesi chiudono l'incontro con l'ennesima veloce al centro di Faietti, assoluta MVP della finale.

domenica 1 ottobre 2017

TORNEO CAMPAGNOLA RE

VINCE 3-1 CONTRO IL GRAMSCI E LA PAVIDEA ARDAVOLLEY VOLA IN FINALE Pavidea Ardavolley Fiorenzuola - Gramsci RE 3-1 ( 25-16 23-25 25-14 25-14 ) Fiorenzuola : Donida 18, Tonini 12, Cattaneo 10, Ferrigno 1, Nicoli 3, Reverberi 7, Tosi 15, Ermoli 4, Coti Zelati (L), Morelli, Dalpedri 2, Gandolfi. All. Marini. Semifinale senza storia quella giocata tra Pavidea Ardavolley e Gramsci nel bell'impianto di Campagnola (RE). La squadra di Marini ha sempre condotto la gara e avrebbe potuto (e dovuto) chiudere in 3 set ma ha patito un passaggio a vuoto nel finale di secondo set che gli è costata cara permettendo alle reggiane di agguantarle sul temporaneo 1-1. Poi trascinate da una sapiente regia di Niicoli e dalle bordate di Donida e Tosi, la squadra piacentina ha innescato il turbo e con ottime percentuali in attacco ha chiuso il match senza troppi problemi. Primo Set : Parte forte la squadra biancorossa in battuta con Tonini letale dalla linea del servizio e il muro attento a chiudere ogni varco e sporcare decine di attacchi avversari. Anche Alice Righelli, centrale reggiano che nello scontro precedente aveva messo in difficoltà la squadra d Marini, è imbavagliata dal muro piacentino. Break decisivo a metà set e buio pesto per Sghedoni e compagne che alzano bandiera bianca. 25-16 Secondo Set : Un set strano, con break continui da una parte e dall'altra fino a che Fiorenzuola sembra poter prendere il sopravvento e va sopra anche di 5 punti. Un infortunio al ginocchio (e pare, purtroppo, cosa seria) toglie dai giochi la palleggiatrice di Reggio, Sghedoni. Ma le biancorosse non ne approfittano e i troppi errori in battuta permettono al Gramsci di tornare nel match. Finale di set palpitante con D'Ercole brava a chiudere un paio di attacchi in zona 4 e trascinare le compagne fino al 25-23. Terzo Set : Marini è furente con le sue giocatrici per questo calo di concentrazione e chiede loro di riprendere a giocare semplice, con attenzione, divertendosi. Così è e dopo un inizio equilibrato, fino al 5 pari, Donida e compagne dettano un ritmo insostenibile per le reggiane e operano un break devastante anche grazie all'ingresso di Ermoli al servizio che con 2 ace consecutivi allarga ulteriormente il divario. Cattaneo in fast diventa una sentenza e il set termina velocemente con le avversarie lasciate a 14. Quarto Set : Ormai sfiduciate le reggiane offrono davvero poca resistenza alle fiorenzuolane che sentono l'odore del sangue e scappano con Donida maestra nell'usare le mani del muro avversario. Entra, bene, anche Dalpedri e il finale è tutto in discesa per la Pavidea Ardavolley che chiude ancora 25-14. Domenica 01 Ottobre finale alle ore 18 contro il Carpi, squadra anch'essa di B2 che nella prima semifinale ha sconfitto il Novellara 3-1. Probabile assente Chiara Tonini per un lieve stiramento ai muscoli addominali. Forza ragazze !!

7° MEMORIAL PINI

Dopo una splendida finale la formazione piacentina del Busa Gossolengo si è aggiudicato il torneo memorial Samantha Pini. 3-2 al termine di un avvincente match contro la Normac Genova. Nella finale 3. e 4. posto vittoria della Pavidea Fiorenzuola 2-0 contro il Lemen BG. Grazie a tutte le atlete, allenatori, ai collaboratori e al pubblico presente che ha così onorato la memoria della nostra giocatrice prematuramente scomparsa.

domenica 24 settembre 2017

Pavidea Ardavolley Fiorenzuola - Gramsci RE 3-1 ( 25-23 25-19 25-23 15-25 )

Fiorenzuola : Donida 1, Tonini 7, Cattaneo 5, Ferrigno, Nicoli 5, Reverberi 13, Tosi 18, Ermoli 9, Coti Zelati (L), Morelli 7, Dalpedri 6, Gandolfi (LL). All. Marini. Seconda amichevole dell'anno per le biancorosse. Ospiti al PalaMagni le reggiane del Gramsci, formazione che disputerà anch'essa il Campionato di B2 ma in un girone diverso da quello delle ragazze di Marini. Il Coach delle fiorenzuolane conferma Nicoli in regia dall'inizio con opposta Dalpedri, Cattaneo (recuperata ma non al meglio) e Reverberi al centro, Donida e Tosi in banda con Coti Zelati libero. Tra le reggiane la stella è Margherita Mascherini, un trascorso di tante stagioni da titolare in B1. In regia Sghedoni (l'anno passato ad Offanengo) e al centro Alice Righelli quest'estate a un passo dal vestire la maglia biancorossa. Inizio equilibrato, con tanti errori da una parte e dall'altra. Le fiorenzuolane sembrano patire i carichi di lavoro in palestra e non appaiono brillanti. Nonostante ciò grazie soprattutto a Tosi e Reverberi riescono a prendere il largo a metà set. Bene Nicoli in regia, mentre dalla parte opposta è prevalentemente Righelli a creare grattacapi. Nel finale di set si erge a protagonista Tonini in battuta e Dalpedri da posto 2. Chiusura in volata con Fiorenzuola che si impone 25-23. Secondo set anch'esso caratterizzato dai tanti (troppi) errori ma a cambiar marcia per prime sono ancora le ragazze di Marini. Tosi è incontenibile e passa con continuità. Si invola la formazione piacentina e chiude agevolmente 25-19 con Dalpedri brava a sfruttare i turni di battuta al salto che mettono sempre in apprensione la ricezione reggiana. Terzo set nel quale gli allenatori operano alcuni cambi. Dentro Tonini Morelli ed Ermoli per Cattaneo Donida e Dalpedri. E' proprio Francesca Ermoli a dare la prima spallata al set con un paio di attacchi vincenti. Anche Morelli al servizio è efficace e produce punti. Scappa Fiorenzuola e arriva agevolmente 23-15 quando, probabilmente per un calo di attenzione consente a Reggio di rientrare. Si arriva fino al 23-22 poi Morelli stampa un muro che vale il set point e infine sul 24-23 realizza l'ace che chiude il set. Nel quarto set dentro Ferrigno e Gandolfi per Nicoli e Coti Zelati. Ma la stanchezza la fa da padrona e Reggio stavolta è più brava sbagliando meno delle biancorosse che sono costrette a far uscire Tosi alle prese con un fastidio al collo del piede. Reggio scappa e la Pavidea non ha più le energie per ricucire. 25-15 per le reggiane il quarto e ultimo set concordato dai due allenatori.